Se ti piace il giardinaggio, sicuramente da diversi mesi ti stai prendendo cura delle tue piante e dei tuoi fiori, magari seguendo i consigli del nostro giardiniere di fiducia, Valerio.

In questo articolo gli abbiamo chiesto di raccogliere le 5 cose più utili che consiglia per mantenere il pollice verde anche durante le vacanze e assicurare alle piante da interno e da esterno sempre il giusto livello di irrigazione.

La parola a Valerio! Mantenere vive e rigogliose piante e fiori quando siamo assenti per lunghi periodi è più facile di quello che puoi pensare. Basta seguire alcuni di questi piccoli accorgimenti.


  1. Abbiamo sempre visto le nostre mamme e le nostre nonne avvicinare tutte le piante e i fiori tra di loro prima di partire per un viaggio. Hai mai pensato al motivo? No, non è semplicemente per la comodità di innaffiarle tutte insieme in poco tempo! Lasciare le piante molto vicine tra loro aumenta infatti l’umidità che le circonda e fa sì che ognuna benefici dalla traspirazione delle altre. Naturalmente è importante riunire i vasi in un posto ben illuminato e possibilmente ventilato, facendo attenzione alla luce diretta del sole che potrebbe “bruciare” le tue amate piante.
  2. Un altro utilissimo trucco che uso sempre anche io ti consente di garantire per tutto il periodo della tua assenza il giusto fabbisogno di acqua alle tue piante: basta che ti procuri una bottiglia di plastica per ogni vaso, riempirla e praticare dei piccoli forellini sul tappo, aiutandoti con un trapano. Inserisci poi la bottiglia nel terriccio del vaso, con il tappo all’ingiù: l’acqua verrà rilasciata gradualmente a seconda dell’umidità del terreno e del fabbisogno delle tue piante.
  3. È importante anche creare il giusto ecosistema per non far affaticare troppo le piante. Per farlo potresti riempire diversi recipienti con dell’acqua e di metterli vicino o attorno ai vasi, sia che tu scelga di lasciarli all’interno dell’abitazione sia che preferisca invece utilizzare il giardino o il terrazzo. L’acqua contenuta in questi recipienti evapora e rende più umida la zona circostante, permettendo una maggiore traspirazione delle piante che quindi tendono a richiedere meno acqua per rimanere rigogliose fino al tuo ritorno. C'è una controindicazione però: le zanzare! Adotta questo metodo solo se nella zona in cui abiti non ce ne sono troppe, o usa delle retine a maglia sottilissima per coprire i recipienti.
  4. Se non hai tempo o spazio per utilizzare i metodi sopra citati in commercio c’è una soluzione un po’ più costosa, ma comunque decisamente valida in caso di prolungati periodi di assenza. Si tratta delle capsule in idrogel, che puoi trovare comodamente nei negozi specializzati e anche in qualche supermercato. Come funzionano? Vanno inseriti direttamente nel terreno e rilasciano gradualmente il quantitativo di acqua necessario a nutrire le tue piante. Basta seguire le dosi indicati nella confezione.
  5. Infine la soluzione più articolata, che dovresti prendere in considerazione in vista della prossima vacanza, soprattutto sei hai un giardino. Si tratta dell’irrigazione automatizzata a tempo, che ti permette di dividere il tuo giardino in diverse zone e impostare l’orario in cui l’irrigazione deve cominciare e finire. Ci sono in commercio una moltitudine di opzioni di scelta, ma noi giardinieri di Yougenio ti consiglieremo quella giusta per te e la installeremo a casa tua, ti basta usare il nostro servizio di montaggio impianto di irrigazione e richiedere un sopralluogo gratuito.
Insomma, come hai letto i modi per prenderti cura delle tue piante anche in vacanza ci sono, devi solo trovare quello adatto a te. Ma sai cosa consiglio sempre? Prima di ingegnarti in metodi creativi e dispendiosi, chiedi sempre la soluzione migliore al tuo giardiniere di fiducia, oppure a noi… spesso la soluzione è più semplice di quello che pensiamo!


Buone vacanze da Valerio!