Tempo di partire per le vacanze, tempo di sentirsi al sicuro anche in casa propria. Un controsenso? Non proprio: purtroppo, è risaputo che i ladri spesso approfittano proprio di queste occasioni ghiotte, complice anche lo svuotamento della città. Per non lasciarli agire indisturbati, metti in valigia un po’ di serenità. Magari con alcune dritte e lascerai agli eventuali scassinatori solo l’amaro in bocca. Abbiamo chiesto ai nostri esperti in sistemi d’allarme come affrontare il problema della sicurezza : ecco 6 preziosi consigli per permetterti di tornare dalle vacanze certo di trovare la tua casa così come l’hai lasciata.

1. Viva il buon vicinato
Il classico vecchio metodo che funziona sempre! Un buon rapporto con i vicini vale un tesoro. È vero, non è tecnologico come un sistema d’allarme, ma funziona. In altre parole, se i vicini con cui scambi tanti favori restano in città, avvisali, magari affidandogli il compito di bagnare le piante e svuotare la cassetta della posta. Terranno egregiamente d’occhio la tua casa. Ti sdebiterai quando saranno loro a partire, oppure al ritorno, con un souvenir dal luogo di villeggiatura o una bella cena in terrazza.

2. Assicura porte e finestre
Catenacci, inferriate, vetri anti sfondamento e chi più ne ha più ne metta. Neanche i piani alti sono al sicuro, perché gli scassinatori non agiscono mai da soli. Quindi via libera a sistemi di sicurezza meccanici , come porte blindate e relative serrature di sicurezza, ma anche finestre e tapparelle blindate , se vivi in un condominio. Se abiti in una villetta i punti vulnerabili si moltiplicano: attenzione quindi ai cancelli di recinzione, al portone d’ingresso, a finestre e porte finestre. Generalmente questi ingressi sono facili da scardinare, anche utilizzando un cacciavite o un piede di porco. Infine non sottovalutare il rischio di intrusione da cantine e da piccole finestre dei seminterrati.

3. Riservatezza, anche sui social
Hai aspettato così tanto la vacanza di quest’anno che non vedi l’ora di condividerla con tutte le persone che conosci? Meglio farlo solo al tuo ritorno. Informa della tua partenza solo pochi parenti e amici (solo di fiducia), lasciando una copia delle chiavi direttamente a loro. Mai sotto lo zerbino o dietro il vaso all’ingresso. E naturalmente non vanificare la missione casa sicura che hai portato avanti con tanta riservatezza con un post sui social mentre sei in aeroporto in attesa di partire.

4. Giardino in ordine
Cosa c’entra il giardino con i ladri? Purtroppo c’entra eccome! Lasciare vialetto e il verde di casa in disordine, insieme a balconi e inferriate chiuse da giorni è un chiaro segnale per eventuali malintenzionati di un’assenza prolungata da casa. Ergo diventi un facile bersaglio. Quindi prima di partire per le vacanze ricorda di tagliare il prato, togliere eventuali erbacce e potare rami di alberi alti in prossimità delle finestre (facili appigli per introdursi in casa). Insomma se vuoi evitare brutte sorprese al rientro, ricorda di dare una sistemata a giardino e vialetto prima di partire.
(E se non hai tempo di pensare a prato e giardino prima o durante le ferie, sai che puoi contare sul giardiniere part-time di Yougenio).

5. E luce sia
Generalmente i ladri entrano in azione all’imbrunire e si vestono con colori scuri proprio per agire indisturbati, senza essere visti. Per questo tenere sempre una luce accesa, in casa o in giardino, è sempre un buon deterrente. Ma se parti per più di qualche giorno, un’altra soluzione potrebbe essere quella di installare dei sensori di movimento in giardino che appena si attivano illuminano l’intera area circostante la tua abitazione. Un’accortezza che metterà, con molta probabilità, in fuga qualsiasi ospite indesiderato e proteggerà la tua casa da possibili intrusioni in tua assenza.

6. Allarmarsi
E se tutto questo non ti sembra sufficiente e vuoi andare sul sicuro, l’installazione di un sistema di allarme antifurto casa o di videosorveglianza (puoi richiedere subito un preventivo gratuito qui ) può essere la soluzione adatta per tornare a goderti la tranquillità. Rilevatori a contatto magnetico, sensori di movimento a microonde o ultrasuoni, a infrarossi, a doppia tecnologia, impianti d'allarme via cavo, wireless, sistemi antintrusione o nebbiogeni, persino sistemi domotici che ti permettono di monitorare la situazione anche sotto l’ombrellone dal tuo smartphone: la lista di sistemi d’allarme è lunga. In breve, un impianto antifurto per la casa garantisce la tua sicurezza controllando soprattutto tre ambiti, che corrispondono alle più diffuse tecnologie di sistema d'allarme. Il primo è il controllo volumetrico degli ambienti interni della casa, il secondo è la protezione dei punti di accesso alla casa, come porte, finestre e altre aperture, e il terzo è il controllo del perimetro esterno, cioè delle recinzioni e delle mura di cinta. Un ulteriore livello di protezione può essere ottenuto aggiungendo al sistema d'allarme un impianto di videosorveglianza. L'installazione di impianto antifurto e di sorveglianza insieme crea un vero e proprio sistema completo di sicurezza domestica. Va da sé che le case che più si avvicinano all’inviolabilità sono quelle con un sistema di protezione collegato alla vigilanza: se scatta e viene disinserito fa partire una chiamata alla polizia.
L’importante però è fare attenzione a chi si occuperà di installare l’antifurto: deve essere un professionista fidato, specializzato, competente. E qui parte di default un ultimo ottimo consiglio.
Chiedi a Yougenio. Per un'installazione e una configurazione a regola d'arte, richiedi l'intervento degli installatori antifurto Yougenio, tecnici qualificati che, dopo un sopralluogo preliminare, sapranno trovare la migliore soluzione per la sicurezza della tua casa. Ti basta richiedere il tuo preventivo personalizzato e riceverai la nostra offerta, con prezzi chiari e trasparenti.

Insomma, con Yougenio vai sempre sul sicuro. A maggior ragione se si parla di sicurezza della tua casa.