Uno dei piaceri dell’estate è poter mangiare all’aperto, magari sotto un gazebo o in terrazza, coccolati da un venticello fresco. Una bella cena cotta al barbecue è la ciliegina sulla torta, soprattutto se puoi cucinare all’esterno, in compagnia dei tuoi amici, facendo quattro chiacchiere e godendoti un aperitivo mentre prepari i tuoi manicaretti.

Per rendere tutto questo possibile, avere un luogo adatto è fondamentale. Ti abbiamo già dato alcuni consigli su come pulire il tuo gazebo, in questo articolo vediamo insieme cosa devi tenere in considerazione nella realizzazione del tuo angolo barbecue da esterno perfetto.

Che tipo di barbecue?

Tipologia di Barbecue

Partiamo dallo strumento principale per rendere perfetto questo piccolo angolo del tuo giardino: il barbecue. Ce ne sono di diverse tipologie (ne abbiamo parlato anche in questo articolo) e dalla tua scelta può dipendere la conformazione della tua zona barbecue, che deve innanzitutto essere comoda e funzionale.

Barbecue a carbonella: richiede un po’ di tempo per essere avviato e un po’ di pazienza per essere pulito dopo l’utilizzo, ma ha il vantaggio della comodità e della libertà di spostamento che ti consente di adattarlo a moltissime situazioni diverse.

Barbecue a gas: è più veloce nella fase di accensione e più semplice da pulire rispetto al suo parente a carbone. È però mediamente più ingombrante e meno maneggevole perché deve essere alimentato da una bombola a gas. In alternativa, se ne hai la possibilità, alcuni modelli possono essere collegati direttamente alla tua rete del gas: la postazione in questo caso diventerà fissa, ma avrai praticamente la comodità di una mini-cucina, senza necessità di doversi preoccupare della sostituzione delle bombole vuote.

Sia per il barbecue a carbonella, sia soprattutto per quello a gas, ti consigliamo vivamente di prevedere una copertura per la brutta stagione o i giorni di pioggia. La situazione ideale sarebbe riporlo al coperto, magari in garage. Se questo non ti è possibile in vendita si trovano delle coperture studiate appositamente per proteggere il tuo prezioso strumento in vista dell’estate.

Griglia e caminetto in muratura: il caminetto costruito in mattoni ha sempre il suo intramontabile fascino ed era molto in voga negli scorsi decenni. Di contro, rispetto al barbecue la cottura potrebbe essere più complicata, perché influenzata dal clima, dal tipo di legno utilizzato per la combustione etc… Insomma, è la scelta giusta per chi si sente un cuoco non proprio alle prime armi!

Cucina esterna: se opti per una cucina esterna scegli anche l’estrema comodità di avere dei fornelli da usare a piacimento. Magari perdi un po’ di romanticismo, ma è come avere un pezzettino della tua casa in giardino. Sicuramente se puoi permettertelo (perché è senza dubbio una scelta costosa) questa è una soluzione che va presa in considerazione. Bisogna però prestare grande attenzione a dove si posiziona la cucina e soprattutto a come si predispone la copertura. Mentre il barbecue in caso di maltempo si riesce a spostare, la cucina resta lì… Assicurati che sia perfettamente protetta e se non ne hai la possibilità pensa a un’altra soluzione.

Come arredare l’angolo barbecue

Arredamento Angolo Barbecue

A seconda della tipologia del tuo barbecue puoi scegliere l’arredamento dell’angolo del giardino che hai studiato per le tue cene, che dipende anche dal tuo gusto personale e dalla comodità che vuoi avere.

Per esempio un arredamento rustico e suggestivo come un tavolo di legno e delle balle di fieno come sedute è sicuramente molto ricercato e particolare. Ma hai davvero il posto necessario per riporre questi elementi di arredamento durante la brutta stagione? Hai modo di proteggerli dalle intemperie? Oppure saranno destinati a rovinarsi alla prima pioggia?

Questa è una delle prima domande da porsi quando si arreda un gazebo da giardino, o anche semplicemente un terrazzino. Soprattutto se hai poco spazio un arredamento in plastica o in acciaio inossidabile può fare al caso tuo. In commercio ce ne sono anche di molto eleganti e la loro leggerezza e facilità di pulizia non ti faranno rimpiangere le soluzioni più ricercate, ma anche più costose e complicate in fase di manutenzione.

Se invece lo spazio non è un problema - e nemmeno il costo - puoi optare anche per qualcosa di più, come un arredamento in muratura.

Tutto a portata di mano


Un rischio che puoi correre durante le tue cene all’aperto è di dover marciare continuamente avanti e indietro dal gazebo alla casa perché hai dimenticato qualcosa.

Manca un coltello: vai in casa a prenderlo. Manca un piatto da portata: vai in casa a prenderlo. Mancano i condimenti: vai a casa a prenderli. Sì, questo potrebbe tonificare il tuo fisico, ma anche innalzare decisamente il tuo livello di stress!

Il nostro consiglio è di predisporre, accanto allo spazio adibito alla cottura, un piccolo angolo dedicato alla dispensa, dove riporre tutti gli elementi e gli ingredienti che utilizzi più frequentemente. Può essere uno spazio temporaneo, da preparare accuratamente ogni volta che cucinerai all’aperto, oppure uno spazio permanente.

In ogni caso prima di cominciare assicurati sempre di avere gli strumenti di base a portata di mano sia per la cucina (piatti, forchette, vassoi, etc.) sia per la pulizia (detersivo, spugna, carta assorbente, etc.).

L’illuminazione dell’angolo barbecue

Come Illuminare Angolo Barbecue

Particolare attenzione va data anche all’illuminazione. Spesso tendiamo a dare - giustamente - estrema importanza all’illuminazione della tavola, ma trascuriamo di illuminare adeguatamente la zona dedicata alla cottura. E capire se il tuo cibo è cotto a puntino senza vederlo bene rischia di farti fare una figuraccia con i tuoi ospiti o di costringerti a utilizzare soluzioni di emergenza non troppo eleganti.

Ricordati, almeno due punti di luce intensa: sopra il tavolo e sopra l’angolo cottura! Se lo spazio te lo consente puoi integrare questa illuminazione principale con altre soluzioni, come una fila di lampadine appese al gazebo o dei faretti a terra.

La normativa sul barbecue

Normativa per cucinare in giardino

Infine ricordati che, prima di cominciare a cucinare, dovrai tener conto anche dei tuoi vicini, se ne hai!

Se vivi in una casa con giardino privato vige la norma del buon senso e, come dice la legge, il fumo, il tono di voce, e i rumori non devono superare la “normale tollerabilità”. La definizione può essere soggettiva e proprio per questo ti consigliamo di avvisare i tuoi vicini se hai in programma feste o cene con diversi invitati, magari evitando di accendere i tuoi fuochi proprio sotto le loro finestre, ed evitandoti anche un contenzioso.

Diverso è il caso del condominio. Da una parte il rischio è quello di infastidire con il fumo diversi vicini di appartamento, dall’altro solitamente ci sono dei regolamenti precisi da seguire e quindi è difficile sbagliare. Anche qui comunque accordarsi con i vicini e l’amministratore è una cosa saggia da fare.

Quindi come devo arredare il mio angolo barbecue?


Tutto dipende da due fattori: scelte funzionali e scelte estetiche. Dovrai riuscire a bilanciare la comodità con lo stile che vuoi dare al tuo angolo barbecue. È una scelta soggettiva che però non può prescindere da questi elementi:

  • tipologia di barbecue
  • arredamento dello spazio
  • comodità degli accessori
  • illuminazione del tavolo e dell’angolo cottura
  • normativa vigente
Trovare il giusto equilibrio non è semplice, per cui ti consigliamo di studiare attentamente tutte le opzioni prima di fare la tua scelta. E quando avrai preso la decisione gli esperti di Yougenio sono a tua disposizione per creare insieme a te l’angolo barbecue perfetto con il servizio di installazione strutture da giardino. Se poi vuoi tranquillità anche con il manto erboso, l’impianto di irrigazione e la potatura delle siepi anche i nostri giardinieri aspettano solo la tua chiamata!