Vuoi sistemare il giardino di casa o realizzare un’area verde sul terrazzo del tuo appartamento?

Potrebbe essere proprio il momento giusto per farlo e ti spieghiamo subito perché.
Per la prima volta la legge di bilancio 2018, accanto agli incentivi fiscali sulla casa (puoi trovare tutte le proroghe e le modifiche su Ecobonus, Sisma Bonus, Bonus Ristrutturazione in questo articolo) ha introdotto un bonus tutto verde, pensato per promuovere gli interventi su giardini e terrazzi. Questo significa che dal 1°gennaio 2018 grazie al bonus verde puoi detrarre parte delle spese sostenute sui lavori di sistemazione e realizzazione ex novo delle aree verdi svolti entro il 31 dicembre 2018.

Ma vediamo subito, nel dettaglio, le informazioni che possono esserti utili.

COME FACCIO A SAPERE SE RIENTRO NEI BENEFICIARI DEL BONUS VERDE?
Bastano due semplici requisiti:

1. Possedere o detenere, mediante titolo idoneo (nudo proprietario, usufrutto, uso, abitazione, superficie, locatario o comodatario) l’immobile in cui vengono svolti gli interventi,

2. Sostenere direttamente le spese per i lavori.

QUAL È LA PERCENTUALE DETRAIBILE?
Puoi detrarre il 36% delle spese documentate, per un massimo di 5.000 euro per unità immobiliare residenziale. Ad esempio, la detrazione che ottieni su una spesa di 5.000 euro (tetto massimo) è di 1.800 euro. Naturalmente la quota restituita scende al diminuire della spesa sostenuta per i lavori sul tuo giardino o tetto verde. Nel caso di interventi svolti su immobili destinati ad attività commerciale, la percentuale detraibile si riduce del 50%.

QUALI INTERVENTI SONO AGEVOLATI?
È possibile richiedere il bonus verde per gli interventi di sistemazione a verde ex novo o di radicale rinnovamento dell’esistente relativi a aree verdi scoperte di unità immobiliari singole e condominiali, pertinenze (come cantine e garage) e recinzioni. Ma chiariamo subito, cosa si intende per “sistemazione a verde ex novo e rinnovamento delle aree verdi”.
L’Agenzia delle Entrate specifica che le opere agevolate sono tutte quelle che si inseriscono in un intervento relativo all’intero giardino o all’area interessata.
Nel dettaglio, al momento, puoi richiedere la detrazione per interventi come:

  • la trasformazione di terreni incolti in tappeti erbosi,
  • la realizzazione di tetti verdi e giardini pensili,
  • l’acquisto e la messa a dimora di alberi, piante, arbusti e aiuole se associati a un intervento di rinnovamento generale,
  • il recupero di giardini di interesse storico e artistico,
  • la realizzazione di impianti di irrigazione e di pozzi,
  • la progettazione e la manutenzione necessarie allo svolgimento dei lavori citati sopra.

  • Hai in progetto uno di questi interventi e vuoi farti un’idea del costo?



    Ti segnaliamo che l’Agenzia delle Entrate ha anche specificato che non rientrano nel bonus verde gli interventi di manutenzione ordinaria del giardino, a patto che non siano collegati a uno dei lavori oggetto di detrazione, e le operazioni di giardinaggio svolte direttamente dal cittadino nel giardino o terrazzo di casa.

    COME POSSO OTTENERE LA DETRAZIONE?
    È più facile di quanto pensi. Basta pagare gli interventi di sistemazione o realizzazione del verde previsti dal bonus verde con strumenti tracciabili, ovvero mediante i classici bonifici ordinari, e per la prima volta anche attraverso assegni, bancomat e carte di credito (in questi casi non viene applicata la ritenuta dell’8%), inserendo le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi. L’importo detraibile verrà restituito in 10 quote annuali di pari importo. Ora sai perché è il momento perfetto per iniziare a rinnovare o a ricreare il tuo giardino: la stagione è ideale, puoi detrarre parte delle spese grazie al bonus verde e naturalmente puoi contare sulla professionalità dei nostri giardinieri esperti. Non aspettare un minuto di più, l’incentivo c’è e…il tuo giardiniere di fiducia anche :)



    Che i lavori abbiano inizio!