A fine giornata, dopo impegni e stress, spesso la prima cosa che si desidera è rientrare a casa e regalarsi una meritata pausa a tutto relax con … una bella doccia. Anche quando suona la sveglia e la tentazione di tornare fra le coperte è potente, è sempre lei a venirci in soccorso donando una sferzata di energia che aiuta ad affrontare meglio la giornata.
Oggi parliamo proprio di doccia : naturalmente non vogliamo sapere quante volte, o quanto a lungo, ma solamente aiutarti, con dei consigli, nella scelta del modello di cabina doccia più adatto alle tue esigenze, a fronte di un acquisto prossimo o futuro. Insomma dei suggerimenti sempre validi, da utilizzare per rispondere alla fatidica domanda: quale box doccia scegliere?

Che sia per rilassarsi o caricarsi con una bella dose di energia, se ci pensi una funzionale e moderna cabina doccia è davvero un’oasi di benessere dove ritagliarti un momento tutto per te.
Luogo importante e da attrezzare e scegliere, quindi con cura.
Oggi le aziende del settore offrono soluzioni davvero molteplici, versatili, capaci di adattarsi a ogni tipo di spazio e desiderio, per permetterti di progettare per la tua casa il box doccia su misura, quello dei tuoi sogni insomma. Se stai proprio pensando di affrontare questo tipo di acquisto o di rinnovare la doccia che hai, ti aiutiamo noi a orientarti. Con i preziosi consigli dei nostri esperti Yougenio, vere docce, cioè gocce, di saggezza su come scegliere il box doccia ideale per te e la tua casa.

1. Acrilico o vetro temperato?
Più utilizzato in passato, l’acrilico, benché decisamente più economico, presenta alcuni svantaggi: la poca sicurezza in caso di urti accidentali, e i segni di usura e ingiallimento con l’avanzare del tempo, con un conseguente effetto antiestetico e una sensazione di non igiene. Il vetro temperato, oltre a essere più bello, risulta più affidabile e sicuro. Inoltre, se urtato, grazie agli shock termici a cui è sottoposto nella fase di lavorazione, si frantuma in una miriade di piccoli pezzi, riducendo i rischi di incidenti gravi. Ma il vantaggio economico dell’acrilico oggi viene superato dalle aziende con l‘offerta di vetri temperati di diverso spessore, dai prezzi decisamente competitivi. Se opti per questi, ti consigliamo però di scegliere vetri più spessi, e quindi più resistenti, da utilizzare per le aperture, soprattutto se sono scorrevoli. Per spazi doccia più ampi, meglio scegliere vetri più robusti e resistenti mai al di sotto dei 6 millimetri, e dagli 8 millimetri in su se vuoi una doccia solo da un lato, la cosiddetta walk-in. Quindi vetro o cristallo temperato oggi batte acrilico, su tutti i fronti!

2. Scorrevoli o battenti?
In base allo spazio di cui disponi, oltre alle intramontabili aperture scorrevoli, puoi anche optare per delle vere e proprie porte a battente verso l’esterno, anche con chiusura rallentata. Le scorrevoli si aggiornano con profili minimal, in alluminio o acciaio, e con solo un binario in alto, più essenziale, con il piccolo minus di essere più difficile da pulire per i vetri che si sovrappongono. Naturalmente, per ottimizzare gli spazi puoi preferire anche la porta a soffietto, o un’apertura a saloon, cioè due porte che puoi spingere sia per entrare che per uscire. Inoltre, la porta pivottante con meccanismo a libro, ti offre una porta a battente ma che dimezza l’ingombro in apertura. Insomma, nel mondo delle docce c’è massima apertura (e scelta) per le tue esigenze.

3. Trasparenze, finiture, piatti doccia.
Ci sono finiture e soluzioni davvero per tutti i gusti. È facile dire vetro: dopo gli anni dei box doccia zigrinati con vari motivi decorativi, oggi ci sono anche le trasparenze, le satinature e i fumé. La semplicità ed eleganza del vetro trasparente non nasconde proprio nulla, quindi puoi sbizzarrirti anche nella scelta di rivestimenti e accessori ricercati. Il satinato tutela la privacy, con il vantaggio (o svantaggio, a seconda dei punti di vista!) di poter condividere il bagno con più persone … Non mancano anche soluzioni “ibride” con trasparenze alternate a satinature. Il vetro fumé è comunque trasparente con una colorazione di nero, quindi non del tutto oscurante, ma un po’ più discreto. Anche nella scelta dei piatti doccia puoi sbizzarrirti: oltre ai rivestimenti in linea con il tuo bagno (ceramiche, mosaici, pietre, marmi, persino legno opportunamente trattato) puoi optare per materiali compositi, ceramica, metacrilato, e spessori davvero poco invasivi, addirittura a filo pavimento. Quadrato, ad angolo curvo, rettangolari, dimensioni fuori standard…le forme e misure spaziano nello spazio.

4. Idromassaggi e coccole speciali.
Acqua e aria, indispensabili per il tuo benessere. Perché allora non pensare di trasformare la tua cabina doccia in un idromassaggio? Anche in spazi piccoli puoi ricreare la tua piccola spa, attrezzandola con una colonna idromassaggio magari inserendo anche tettuccio e sedili per un effetto hamman garantito. I box emozionali, cioè le cabine doccia multifunzione, propongono un caleidoscopio di accessori e dotazioni per rendere la tua doccia un’esperienza davvero rigenerante per il corpo e per la mente: si va dal jet idromassaggio, alla cromoterapia e fitoterapia, e per i più tecnologici delle vere postazioni display per ascoltare la propria playlist direttamente dal proprio device, che sia l’inseparabile smartphone o il lettore mp3. Ovviamente fra gli optional, sono di serie le funzioni di rubinetteria termostatica, doccette, soffioni a effetto pioggia. E un’illuminazione mirata con faretti installati a soffitto, o soluzioni che integrano l’illuminazione direttamente nei soffioni, ti garantirà una seduta di cromoterapia ogni giorno, insomma una pioggia di emozioni positive.

5. Installazione senza dubbi.
Le soluzioni, come hai letto, sono davvero molte e ora, speriamo di averti dato delle indicazioni utili per aiutarti nella scelta del box doccia più adatto alle tue esigenze. Qualsiasi sia la tua scelta, un ultimo consiglio: per il montaggio box doccia affidati a degli esperti qualificati. Che tu debba ristrutturare il tuo bagno o sostituire la vecchia cabina doccia, occorre molta precisione, molta perizia e sicurezza. Installare il box doccia, richiede infatti una grande conoscenza di ogni aspetto funzionale, estetico e strutturale, oltre che un continuo aggiornamento sui nuovi modelli e materiali in uscita sul mercato. E chi se non i professionisti Yougenio ti assicurano docce senza lacrime? Gli installatori idraulici ed edili di Yougenio, affrontano la delicatissima operazione d’installazione del box doccia, posizionando tutti gli elementi correttamente, garantendo la tenuta stagna e il corretto deflusso delle acque.
Prenota subito l’intervento dei nostri professionisti specializzati: eseguiranno l'installazione doccia a regola d'arte. E in questo caso, non puoi scegliere: per quanto riguarda il prezzo, non esiste il satinato o il fumè. Ma solo il trasparente.
Buona doccia, con Yougenio sarà rigenerante.