Ultima chiamata: è arrivato il momento di fare il cambio armadio per l’autunno e l’inverno.

E sei qui proprio per questo: sai che è un’operazione che va fatta ma vorresti rendere l’esperienza tra montagne di panni, scatoloni e sacchi il più breve ed efficiente possibile.

Sei nel posto giusto.

Abbiamo creato, con l’aiuto dei nostri esperti della pulizia, una tabella di marcia per fare il cambio di stagione nell’armadio in modo semplice e veloce. Senza perdere tempo e organizzando alla perfezione i tuoi vestiti.

Con i nostri consigli per il cambio armadio, non solo velocizzerai il momento dedicato allo spostamento di capi e accessori, ma otterrai anche un armadio più ordinato e a misura delle tue esigenze.
Non ti capiterà più di stare ore a cercare quel capo che vuoi assolutamente indossare l’indomani o di dover sparpagliare all’ultimo i vestiti perfettamente piegati per trovare l’abbinamento giusto.

Quindi sù le maniche, smartphone o pc a portata di mano per seguire la nostra tabella di marcia dedicata al cambio stagione dell’armadio e…subito a lavoro!

1. OPERAZIONE SVUOTA TUTTO


La prima cosa da fare è svuotare completamente gli armadi.
Che siano perfettamente piegati (complimenti per l’ordine) o un intreccio senza capo né fine (sicuramente sei in buona compagnia), sposta momentaneamente tutti i vestiti che possiedi: sia quelli usati durante la stagione estiva, sia quelli invernali, rimasti chiusi nell’armadio o nelle scatole.
Meglio riporre quelli per la stagione fredda sul letto e quelli estivi sul comò, su una poltroncina o una cassettiera, in modo da tenerli ben divisi e organizzati.
Ricorda: l’armadio vuoto è il risultato che devi ottenere in questa prima fase.
Quindi no, non puoi lasciarci dentro nemmeno il cardigan evergreen che va in tutte le stagioni o le ballerine che usi sia d’estate che d’inverno.
Armadio e mensole vuote da un lato e montagna di abiti dall’altro ti aiuteranno a farti un’idea più precisa dello spazio che hai a disposizione e di tutti i vestiti che possiedi.
All’inizio sarai entusiasta di tutti quei capi che ti eri dimenticato di avere e poi passerai a chiederti se riuscirai a riorganizzare bene tutto. E che tutto.
Ma tranquillo, il modo per uscirne c’è. Sei qui apposta.

2. INTERNI, RIPIANI E MENSOLE SPLENDENTI

La seconda mossa da fare per un cambio armadio a regola d’arte è la pulizia degli spazi interni ed esterni.
Di solito non è un’operazione che si svolge con frequenza e soprattutto con particolare piacere (diciamocelo, chi pulisce settimanalmente gli interni degli armadi?), ma proprio per questo, bisogna sfruttare il cambio di stagione nell’armadio per lavare con cura ripiani, cassetti e superfici. Insomma visto che ci sei, fai le cose per bene.
Per la pulizia, ti consigliamo di mescolare all’acqua calda, un cucchiaio di sapone di marsiglia o di aceto bianco.
Passa la soluzione con un panno in microfibra all’interno dell’armadio, dentro i cassetti e sopra i ripiani.
E lascia asciugare perfettamente.

3. DECLUTTERING VIENI A ME!

Cosa buttare durante il cambio armadio? È una domanda che sicuramente ti sei fatto ma che spesso non trova una risposta concreta, se non quella di creare pile di vestiti scartate che continui a tenere negli angoli dell’armadio.
Se sei indeciso se buttare o no un capo, il nostro consiglio è molto pratico: nell’indecisione butta, sempre. O meglio non far tornare quell’abito nell’armadio.
Questa è la fase in cui devi farti coraggio e scegliere sia tra i capi estivi (li hai indossati fino a qualche giorno fa e sai bene quali sono i rami secchi da tagliare dal tuo guardaroba) che tra quelli invernali quali vuoi, o meglio bisogna, eliminare.
Vivi il decluttering come un’operazione che ti consente di liberare spazio dal tuo armadio.
Spazio che potrai riempire con tanti nuovi acquisti.
Quindi via i capi bucati, infeltriti, smarriti e fuori taglia: senza indecisione e rammarico.
Fai la tua pila di vestiti scartati e portali subito in un’altra stanza.
Lì deciderai se gettarli, donarli, nel caso siano ancora in buone condizioni, o dar loro nuova vita (ad esempio, nell’ultimo paragrafo di questo articolo ti spieghiamo come trasformare delle vecchie t-shirt in un tappeto originale).

4. MAGLIE, JEANS, ABITI: OGNUNO AL SUO POSTO.


Ci siamo: dopo aver controllato che gli armadi che hai lavato siano perfettamente asciutti, puoi iniziare a riempirli con i vestiti autunnali e invernali.
Se hai seguito le nostre indicazioni dovresti averli già lì, pronti sul letto.
Ma ecco la domanda: come organizzare l’armadio?
Il nostro consiglio è quello di dividere lo spazio a disposizione in settori e popolarne ciascuno con le diverse tipologie di indumenti.
Quindi avrai uno spazio dedicato a pantaloni e jeans, uno alle gonne, un altro a maglioni, bluse e camicie, senza dimenticare di riservare un posto in cui appendere anche abiti e vestiti dai tessuti delicati.
L’ordine in cui piegare o appendere i capi deve facilitarti la vita, quindi lascia stare la successione cromatica o per tessuto e preferisci invece una sistemazione che ti aiuti con gli abbinamenti. L’ideale sarebbe comporre ogni settore con un capo che può essere abbinato a quello di un altro settore.
Ad esempio, scegli per la pila di camicie un capo che si combini bene a quello che hai messo allo stesso livello nella pila dei pantaloni o delle gonne e così via. Questo fa la differenza, soprattutto nelle mattine in cui sei particolarmente in ritardo.
Se hai uno spazio ridotto, un’altra accortezza è quella di sistemare a portata di mano tutti i capi per il lavoro e quelli che usi quotidianamente, mentre di collocare in secondo piano quelli che indossi per le uscite nel weekend o nelle occasioni speciali.
Insomma, quando si tratta di armadio, la parola d’ordine deve essere praticità.

5. ABITI DA RIPORRE, CON MODO.

Guardati intorno: a questo punto dovresti avere sotto gli occhi solo una (se hai fatto un ottimo lavoro di decluttering) o al massimo qualche pila di vestiti estivi.
Ne senti già la nostalgia vero? Dai, fatti forza, è il momento di farli riposare per qualche mese.
Se vuoi tornare a sfoggiarli nella loro massima forma e bellezza la prossima estate è importante seguire alcune indicazioni.
Prima di riporre i capi estivi, è necessario lavarli e asciugarli perfettamente.
Poi, in base allo spazio a disposizione, puoi scegliere varie opzioni:

Poco spazio: sistemali, per tipologia, in delle scatole di plastica che andranno etichettate sempre, in modo da ritrovare facilmente ogni scatola e abito.
Ricorda di chiudere bene i contenitori e collocarli in un luogo asciutto.
Oppure se hai un armadio solo ma molto grande, utilizza la parte vuota in alto.
Puoi ricreare facilmente delle mensole che accoglieranno i tuoi capi. Così ottimizzerai gli spazi e avrai tutto il tuo guardaroba annuale in un’unica soluzione.

Molto spazio: se hai più guardaroba, puoi dedicarne uno ai vestiti fuori stagione.
In questo caso segui sempre la regola di riporli per tipologia, puoi appenderli o piegarli in base alle tue preferenze e utilizzare o meno i sacchetti protettivi di nylon.

CONSIGLI IN PIÙ:

  • Hai mai provato ad arrotolare le tue t-shirt e canotte e a impilarle una accanto all’altra in verticale? È una tecnica alternativa alla piegatura standard e soprattutto un’ottima alleata contro le grinze.
  • Hai poco spazio per appendere i tuoi capi? Inserisci la linguetta di una lattina in una gruccia: questo ti permetterà di infilarne un’altra alla base della prima. Risultato? Occupi nell’armadio lo spazio di una sola gruccia ma ne hai ben due o più per i tuoi abiti.
  • Temi le tarme? Per tenerle lontane dai tuoi armadi e dai tuoi vestiti, inserisci in un sacchetto di stoffa un mix di spezie come chiodi di garofano, rosmarino e cannella oppure un batuffolo di cotone imbevuto di olio essenziale di lavanda. Appendi il sacchettino a una gruccia all’interno del guardaroba e dimenticati delle tarme.
  • Non vuoi annoiarti troppo? Metti un po’ di musica! Sembra superfluo ma con la playlist giusta e uno schema da seguire (il nostro :)) anche il cambio armadio può diventare un momento tutto tuo, anche piacevole.
Allora, come è andata? Possiamo dire, cambio dell’armadio portato a termine con successo?

Ne siamo sicuri :)


Ti ricordiamo che se dopo l’impresa, hai bisogno di un aiuto per la pulizia della tua casa (essere stanchi dopo il cambio dell’armadio è più che lecito) puoi contare sul nostro team di esperti: arrivano quando vuoi tu e fanno risplendere ogni angolo della casa.

Tu hai pensato all’armadio, per una volta prova a lasciare le faccende domestiche a noi.

Corri a goderti il tuo armadio perfetto.