Una dispensa ben ordinata è fondamentale per avere sempre tutto al posto giusto, a portata di mano, e soprattutto per ottimizzare lo spazio a tua disposizione nella tua cucina.

In questo articolo trovi alcune semplici regole, che puoi iniziare a mettere in pratica fin da subito, per cambiare il modo in cui è organizzata la tua cucina.

1. Chi arriva prima, esce prima.

È una regola molto semplice che consiste nell’organizzare i tuoi cibi in base all’ordine con cui gli acquisti. Spesso per fretta e comodità le ultime cose che compriamo vanno a finire davanti alle altre. La conseguenza? Cibi vecchi e scaduti nella tua dispensa. Fai il contrario, metti in fondo alla dispensa le ultime cose comprate e vedrai anche un bel risparmio!

Una buona abitudine per sfruttare al meglio questa regola è annotarsi sempre quello che manca… la buona vecchia lista della spesa. Che sia su una lavagnetta, su un foglio o su un’applicazione del telefono non ha importanza. Basta ricordarsi di compilarla, in modo da evitare di avere 10 vasetti di conserva e 3 bottiglie di olio che occupano troppo spazio prezioso della tua dispensa.

2. Cassetti perfetti

Ordinare i cassetti della dispensa

Conosci il metodo Marie Kondo per fare ordine nelle cassettiere del tuo armadio? Ne abbiamo parlato in questo articolo del nostro blog. Consiste per prima cosa nello svuotare completamente la tua dispensa e nell’eliminare tutti gli oggetti inutili, superflui e troppo ingombranti, insieme a quelli che non ti piacciono più e ai cibi vecchi e scaduti.

Per riorganizzare i cassetti puoi poi utilizzare dei divisori o dei piccoli contenitori che hanno il compito di tenere sempre tutto perfettamente ordinato. Niente più cassetti alla rinfusa e tempo perso per cercare cibi o utensili perduti!

3. Pensa in altezza

Cerca di sfruttare gli spazi della tua credenza anche in altezza. A volte capita di sprecare molto spazio dell’interno dei tuo mobili semplicemente perché gli oggetti al suo interno sono piccoli e bassi. Dei classici esempi sono le tazze o i piccoli vasetti, come quelli della conserva o della marmellata. Acquistando un ripiano aggiuntivo o un’alzatina riuscirai anche a raddoppiare lo spazio utile!

4. L’occhio vuole la sua parte

Vasetti trasparenti ed etichettati

Il segreto per avere sempre tutto in ordine è andare a colpo sicuro quando cerchi qualcosa. Ma questo non è sempre facile, soprattutto con cibi e spezie. I nostri consigli sono due: usa dei barattoli trasparenti, in modo da vederne subito il contenuto e poi etichetta tutti i contenitori, così da non avere dubbi sul contenuto! Scambiare lo zucchero con il sale non è mai troppo piacevole… Visto che ci sei puoi aggiungere anche la data di scadenza degli alimenti, utilissima anche per decidere cosa consumare prima.

5. Geometria

Ciò che tende a creare confusione nella nostra dispensa è la miriade di formati differenti che hanno i prodotti che acquistiamo. La pasta, per esempio, a volte è dentro una confezione di cartone, a volte nella plastica, e se sono spaghetti la confezione è più alta e non sta in piedi, cadendo sulle altre confezioni. Metti tutto dentro dei vasi o delle scatole di latta: in questo modo riuscirai a “incastrare” tutti i prodotti al meglio nella tua dispensa, riducendo lo spazio sprecato e soprattutto diminuendo il caos e gli sprechi.

6. Quello che ti serve a portata di mano

Dispensa a portata di mano

Una regola che funziona per tenere in ordine le pentole e gli utensili nella tua cucina è quella di avere ciò che usi di più sempre a portata di mano. Può sembrare scontata, ma a volte non ci pensiamo. Le ciotole per servire il cibo, per esempio: se ne abbiamo di diverse misure le inseriamo sempre una dentro l’altra, anche se usiamo sempre e solo quella più grande. Oppure il sale, pepe e olio che dovrebbero essere sempre in vista e invece spesso vengono messi dentro qualche sportello, che viene aperto diverse volte nel corso della preparazione di una cena. Siamo sicuri che le scelte che facciamo siano sempre le più comode?

7. Sfrutta le ante

I pensili della cucina o i mobili sotto il lavello sono sempre dotati di ante per chiuderli. Queste possono essere sfruttate appendendoci dei ganci adesivi che risulteranno molto utili per appendere oggetti di uso quotidiano come presine, asciugamani, canovacci in modo preciso e ordinato ma anche molette ed elastici fondamentali per chiudere e conservare sempre correttamente i nostri cibi.

8. Appendere: la quarta dimensione

Appendere oggetti in cucina

Se hai una cucina particolarmente stretta e piccola c’è una soluzione infallibile per guadagnare un po’ di spazio. Appendere il più possibile. Oltre alle porticine interne dei mobili puoi utilizzare anche dei binari con dei ganci, utili per gli utensili di uso comune, o addirittura delle piccole mensole che puoi sfruttare per riporre alcune pentole ma anche i cibi che usi più spesso, come la pasta, il pane o le spezie. Ti sorprenderai di quante cose troveranno la loro collocazione perfetta proprio lì dove non le avevi ancora immaginate…

La giusta organizzazione del cibo nella tua dispensa può davvero cambiare, nel tempo, il modo in cui utilizzi la tua cucina e come la mantieni in ordine. Quello che ti raccomandiamo, almeno una volta al mese, è di svuotare completamente la tua dispensa e pulirla a fondo. Del resto qui parliamo della nostra alimentazione e non possiamo permetterci disattenzioni anche perché formiche e altri insetti sono sempre pronti ad approfittarne. E naturalmente, se ti serve una mano durante queste operazioni, come sempre i nostri operatori sono a tua disposizione con i servizi di pulizia quotidiana per aiutarti a fare ordine!