Uno degli elettrodomestici più amati in assoluto? La lavastoviglie! Una aiutante per molti di noi ormai inseparabile e indispensabile in cucina, per semplificarci il dopocena e permetterci di godere senza pensieri la nostra casa e le nostre serate.

Ma per funzionare perfettamente anche la lavastoviglie richiede una pulizia e una manutenzione ordinaria. È molto semplice e va fatta a intervalli regolari per essere davvero efficiente.

Ecco di seguito una lista degli interventi da fare.

Pulizia del filtro della lavastoviglie

Pulizia del filtro della lavastoviglie

Almeno una volta a settimana è utile effettuare una pulizia del filtro della lavastoviglie, per garantire la sua piena efficienza ed evitare sprechi e cattivi odori. Pulire il filtro è molto semplice: basta estrarlo, svitandolo, dal fondo della lavastoviglie e lavarlo sotto l’acqua con una spazzola o uno spazzolino a setole dure. Infine il filtro va asciugato con cura e rimesso nella sua posizione. Attenzione a non dimenticare quest’ultimo passaggio, i danni per la lavastoviglie potrebbero essere notevoli!

Pulizia degli interni della lavastoviglie

Pulizia degli interni della lavastoviglie

Anche gli interni della lavastoviglie vanno puliti regolarmente per garantire l’igiene dei tuoi piatti e delle tue posate. Almeno una volta al mese è importante fare un lavaggio a vuoto ad alta temperatura per assicurarsi di rimuovere residui organici e incrostazioni di calcare.

Per effettuare questa pulizia prima del lavaggio puoi utilizzare l’acido citrico, un composto naturale presente negli agrumi che viene venduto in polvere. Miscelato con acqua (in percentuale 20% acido citrico + 80% acqua circa) è perfetto per creare una soluzione da usare sia come brillantante e anticalcare per pulire la lavastoviglie (non dimenticare le guarnizioni!) prima del lavaggio, sia come disincrostante e sgrassante durante il lavaggio.
Un’alternativa è l’utilizzo dell’aceto, che però rispetto all’acido citrico ha il difetto di lasciare un odore inteso nel nostro elettrodomestico.

Un buon trucco per evitare cattivi odori e avere sempre la sensazione di freschezza e pulito è inserire mezzo limone (naturalmente senza semi) nel cestello o nel piano superiore della lavastoviglie prima del lavaggio.
In questo modo la vostra lavastoviglie avrà un buonissimo profumo di limone oltre ad essere ancor più efficiente in termini di sgrassatura.

Tab, polvere, gel liquido: quale detersivo utilizzare?

Tab, polvere, gel liquido: quale detersivo utilizzare?

Per mantenere sempre i tuoi lavaggi al massimo dell’efficienza devi utilizzare anche il giusto detersivo, che va scelto sulla base del programma che si è soliti impostare.

  • Per le basse temperature è ideale il detersivo liquido, perché si scioglie facilmente senza addensarsi o formare grumi fastidiosi da rimuovere e poco efficaci per la pulizia.
  • Per le temperature elevate la scelta migliore è quella del detersivo in polvere, perché con il caldo il suo potere sgrassante agisce indisturbato.
  • Le tab hanno la comodità di essere tutto in uno (detersivo, sale, brillantante, anticalcare). Ma perché si sciolgano bene, sprigionando questi elementi e facendoli agire, c’è bisogno di un tempo di lavaggio un po’ più lungo del normale e di temperature non troppo basse.
Ci sono poi anche i detersivi bio, privi di elementi sintetici negli ingredienti e completamente non inquinanti. Il loro meglio lo danno con i lavaggi a basse temperature e risciacquando i piatti prima di inserirli nella lavastoviglie.

Quando usare la lavastoviglie per risparmiare di più

Seguendo i semplici consigli qui sopra e mettendoli in pratica regolarmente la durata della tua lavastoviglie ne beneficerà senza dubbio. E con lei il tuo portafoglio.

Con altri piccoli accorgimenti puoi arrivare a risparmiare ancora di più:

  • lava di sera o di notte: la maggior parte dei contratti per la fornitura di energia elettrica ha costi più convenienti in orario serale o nei weekend. Concentra in questa fasce l’utilizzo della tua lavastoviglie.
  • lava a pieno carico: fai partire la lavastoviglie solamente quando è piena, ottimizzando gli spazi ma senza esagerare nella sovrapposizione di piatti o stoviglie.
  • scegli programmi eco: se riesci a pulire i tuoi piatti con della carta o con una passata di spugna subito dopo l’utilizzo eviterai residui e incrostazioni riuscendo così a utilizzare tranquillamente un programma più breve ed ecologico per ottenere un risultato eccellente.
Questi sono i nostri segreti per la cura della tua lavastoviglie, uno dei tanti lavori di routine che dobbiamo fare ogni giorno per tenere pulita e in ordine la nostra cucina e la nostra casa. Se ti serve una mano per tutti gli altri aspetti della pulizia per la tua casa gli addetti Yougenio sono qui per questo. Pulizia quotidiana, stiratura, giardinaggio: noi di Yougenio abbiamo sempre l’esperto che ti serve, mettici alla prova!