Imbiancare le pareti di casa va fatto a intervalli regolari, sia per una questione di igiene sia per avere un ambiente domestico sempre fresco e pulito. Purtroppo è anche un intervento piuttosto invasivo, che costringe a spostare mobili e a sporcare. Per stare tranquilli e avere sempre tutto controllo la cosa migliore è rivolgersi a un intervento specializzato, come il servizio di imbiancatura offerto dagli specialisti di Yougenio.

A volte nei primi anni in cui viviamo in un’abitazione cerchiamo di svolgere autonomamente questo lavoro, realizzando sulla nostra pelle perché non è così semplice come sembra. Commettere degli errori è all’ordine del giorno e in questo articolo ci siamo fatti spiegare dai nostri esperti quali sono quelli più comuni che puoi evitare scegliendo Yougenio!

Trascurare i preparativi

Preparativi Imbiancatura

I preparativi su cui porre attenzione prima di iniziare con la nuova mano di pittura sono diversi. Se pensi che sia sufficiente spostare i mobili dalle pareti, stai sbagliando di grosso.

Ci sono due fattori principali che non puoi assolutamente sottovalutare.
  1. La pulizia: è importante innanzitutto pulire la stanza prima di iniziare, per evitare che polvere e sporco finiscano per sporcare il muro subito dopo che hai dato la prima passata di colore. È fondamentale poi proteggere il pavimento da eventuali macchie: per farlo puoi utilizzare dei fogli di giornale, del cartone o dei teli di nylon. Se i tuoi mobili resteranno nella stanza durante l’imbiancatura avvolgili con un telo, per evitare che polvere e macchie li rovinino, anche se la scelta migliore resta sempre quella di trasferirli temporaneamente in un’altra stanza, se ne hai la possibilità.
  2. L’uniformità delle pareti: una volta protetti mobili e pavimenti puoi pensare di iniziare. Invece no! Spesso una delle cose che nel fai da te di trascura si più è l’uniformità delle pareti. Macchie di umidità da eliminare, buchi sulle pareti da stuccare, crepe e vecchio colore che si sfalda da rimuovere… Prima di procedere con la nuova mano di colore il tuo vecchio muro andrebbe raschiato e pulito con attenzione: sì, è un processo noioso ma previene diversi problemi che si potrebbero manifestare con l’andare del tempo!

Scegliere la pittura sbagliata

Pittura per imbiancare

Ormai tutte le pitture a uso domestico sono idropitture, in cui il solvente è semplicemente l’acqua, che non inquinano e non puzzano.

Esistono tuttavia delle varianti che potrebbero influenzare la tua scelta, l'importante è non affidarsi al caso:

  • idropittura traspirante: può essere utile in stanze particolarmente umide, come il bagno, e permette al vapore acqueo di entrare e uscire facilmente dal muro, limitando la formazione di muffe durante l’inverno e rilasciando l’umidità accumulata d’estate.
  • idropittura lavabile: è meno traspirante ma più coprente rispetto alla precedente. Il consiglio è di non applicarla in zone soggette a troppa umidità.
  • idropittura antimuffa: rispetto alla pittura traspirante ha in più un battericida che impedisce il formarsi di muffe e funghi. Molto utile soprattutto nelle stanze umide e soggette alla formazione di condensa, anche se in questi casi suggeriamo di isolare le pareti dall’esterno con un apposito intervento edilizio.
Queste sono le tipologie più comuni di pittura, naturalmente il nostro consiglio è di scegliere quella più in linea con le tue esigenze e di non guardare solamente al prezzo. Spesso la corsa al risparmio funziona solo nel breve periodo ed è il principale errore che si compie con il fai da te. Assicurati di adoperare un prodotto di alta qualità, altrimenti dovrai fare il doppio della fatica!

Stendere male la pittura

Dare la pittura

Una volta preparato il terreno per l’intervento e scelta la pittura ideale, non rimane che iniziare con la prima mano. È a questo punto che è più facile commettere un errore, o più di uno… Ecco come rimediare ai più comuni!

  • Usare troppa pittura: questo causa spesso delle sbavature dovute alla sovrapposizione di troppo colore. Se te ne accorgi in tempo puoi stendere bene la pittura in eccesso con l’aiuto di una spatolina; se invece la pittura è già asciutta raschiala, pulisci il muro e passa una nuova mano.
  • Diluire male la pittura: se sei alle prime armi potresti sbagliare le dosi e utilizzare più acqua del necessario, con il risultato che la pittura si polverizzerà una volta seccata. In questo caso dovrai sverniciare la parete e ricominciare da capo…
  • Stendere la pittura su una parete troppo umida: se la parete dove applichi la vernice è troppo umida corri il rischio di una formazione eccessiva di bolle che puoi risolvere parzialmente con dei prodotti specifici in grado di assorbire l’umidità in eccesso, se non hai voglia di ridipingere di nuovo con una vernice più adatta agli ambienti umidi. Qui abbiamo descritto alcuni errori da evitare se hai problemi di umidità in casa, per limitare questo problema.
  • Usare male il rullo o il pennello: non è così banale utilizzare questi strumenti. Tendiamo spesso a fare più pressione del dovuto, perché può sembrare che la vernice attecchisca meglio. In realtà le conseguenze saranno dei brutti segni delle nostre pennellate. Per rimediare, la soluzione più semplice è l’utilizzo della carta vetrata. In ogni caso, se sei alle prime armi, ti consigliamo di privilegiare il rullo al pennello poiché è più facile da padroneggiare.
  • Passare troppo presto la seconda mano: per la fretta di finire un lavoro a volte si è portati a dare subito la seconda mano di pittura. Questo rischia di dare meno lucidità e brillantezza alla parete, oltre a non far assorbire correttamente il colore. Non è un problema insormontabile, ma se puoi evitarlo è meglio!

Esagerare con la tua vena artistica

Dare la pittura

I trend dell’interior design cambiano molto velocemente, qui abbiamo visto le tendenze di arredamento del 2019, e ci suggeriscono un continuo rinnovamento della nostra abitazione, dando sfogo alla creatività magari proprio quando stiamo imbiancando casa.

Attenzione però a non esagerare, perché non sempre tornare indietro è semplice come sembra. In particolare ecco cosa dovresti evitare di fare:
  • scegliere colori poco in linea con l’arredamento: i vantaggi di scegliere il colore bianco per le pareti di casa sono molteplici, primo tra tutti la sua neutralità e la facilità con cui si abbina alle diverse tipologie di arredamento. Se scegli un colore diverso dal bianco, fallo attentamente e tieni a mente soprattutto il colore dei tuoi mobili.
  • usare colori troppo scuri: sono moderni, affascinanti, di design… Oltre al fatto che delle pareti scure assorbono in gran parte la luce disponibile, tornare indietro rischia di essere molto complicato. Serviranno mani su mani di bianco, per tornare alla situazione iniziale, quindi attenzione!
  • utilizzare troppe decorazioni e stickers: gli stickers da incollare alle pareti sono una soluzione molto interessante per dare un bel tocco di personalità alle stanze della tua casa e distinguerle l’una dall’altra. D’altra parte però il contro è quello di creare un’accozzaglia di motivi diversi e non coerenti fra loro. Se scegli questa soluzione fallo in coerenza con i colori e i mobili che hai scelto e assicurati di acquistare sempre prodotti di qualità. Il rischio di andare al risparmio infatti è quello di trovare delle decorazioni difficili da rimuovere o che possono rovinare le tue pareti.
Quelle che ti abbiamo descritto sono le problematiche comuni, ogni casa poi ha le proprie peculiarità che, unite al tuo gusto personale, rendono ogni intervento di imbiancatura diverso dall’altro. Se non credi al 100% che la soluzione del “fai da te” sia quella perfetta il nostro consiglio è di rivolgersi a un servizio professionale. I nostri operatori qualificati ti garantiscono la tinteggiatura e l’imbiancatura delle pareti rapida, efficiente e con costi e risultati garantiti dal momento della prenotazione. Buona pittura!