Lo diciamo subito, questo articolo è dedicato a te, mamma. Ma anche a te papà. Parliamo di uno dei temi più caldi, non solo per l’estate che è alle porte, ma in generale per la vita delle famiglie, in qualsiasi stagione. La ricerca della babysitter. Già. Le scuole sono finite, ma non per tutte le famiglie si respira aria di vacanza. Anzi. Probabilmente, se lavori, devi comunque riprogrammare l’organizzazione familiare in funzione del maggior tempo libero dei più piccoli. Le ferie sono ancora un miraggio. Magari sono troppo piccoli per andare ai centri estivi o semplicemente preferisci che si godano con maggior libertà le loro giornate. Per di più i nonni, sempre disponibili, hanno pensato bene di partire per le loro di vacanze, ne hanno diritto. Oppure vuoi concederti un’uscita a lume di candela con il papà. Insomma sono tanti i motivi per cui ti sei finalmente decisa a cercare una baby-sitter fidata, attenta ai bisogni dei tuoi bambini. Che piaccia a loro, ma che convinca anche te. Perché affidarle i tuoi figli è una grande responsabilità. E non è di certo una scelta banale: esiste una persona in grado di prendersi cura dei tuoi bambini, come te, anche quando tu non ci sei? Come e dove trovarla? Certo, sarebbe bello se esistesse Mary Poppins. Ma forse, con i nostri consigli potresti trovarne una che ci si avvicina molto.

1. Cerca una professionista.
Le tue aspettative sono alte. Ovvio, c’è in gioco il benessere dei tuoi bambini. Quindi la babysitter potrà anche giocare con loro ma solo dopo: prima è meglio sincerarsi che sia una persona seria. Va bene il passaparola fra amici, ma il consiglio è di cercare una babysitter professionista, affidandoti a chi può offrirti un servizio qualificato, organizzato e garantito.

2. Conoscila prima tu
Fissa un colloquio personale: è il modo migliore per conoscere meglio la tua babysitter. Potrai verificare oltre alle referenze e ai titoli di studio, quali sono le sue competenze, l’età dei bambini con cui ha lavorato, quali nozioni di primo soccorso possiede, se parla più lingue e se è effettivamente in grado di soddisfare le esigenze tue e della tua famiglia. Cerca di capire quali sono i suoi metodi educativi e se coincidono con i tuoi. Che tipi di giochi fa con i bimbi? Li aiuterebbe anche con i compiti? È affidabile per eventuali uscite all’aria aperta? Sa cucinare? È disponibile per darti una mano nelle faccende domestiche? Magari preparati delle domande su un foglio. Al di là delle conferme sul curriculum, valuta anche le tue sensazioni. Deve ispirarti simpatia, fiducia, sicurezza. Insomma se non c’è feeling, fidati del tuo istinto materno: se non ti convince proprio, meglio cercare ancora.

3. Prova bimbi
Se ha passato il tuo primo esame, è arrivato il momento di fare un piccolo test, presentandola ai tuoi bambini. Che approccio ha? E loro come reagiscono? Noterai subito come si comporta, se ha una buona attitudine, se è empatica, magari con un atteggiamento materno o più giocoso. In ogni caso, se è piaciuta a te e piace anche a loro, puoi dare il via.

4. Mettiti bene d’accordo
Una volta scelta la persona, ti raccomandiamo la più assoluta sincerità. Quindi: esigenze speciali (allergie, capricci…), un elenco di divieti assoluti (tv, videogiochi, merendine…) e delle tue aspettative (leggere, andare al parco, lavarsi, mangiare la frutta…), così che la baby-sitter rispetti categoricamente le tue direttive. Ci sono anche delle cose in cui può aiutarti, per esempio vuoi che il tuo bimbo tolga il ciuccio o che faccia un riposino, o che legga di più: concorda quindi un “brief”, un piano comune, su cui vi aggiornerete e di tanto in tanto tirerete le somme.

5. Inseriscila a poco a poco in famiglia
Proprio come per nido e materna, ti consigliamo di accogliere la tua babysitter con gradualità. Sii presente ai primi incontri: chiedi alla nuova tata di venire a casa un paio di volte in tua presenza, condividete qualche attività insieme. La prima volta che i tuoi figli rimarranno da soli con lei, comincia con un paio d'ore. I bambini avranno tempo di adattarsi alla nuova presenza, accogliendola naturalmente come una persona di famiglia. E una volta che la baby-sitter è confermata, chiedi collaborazione a tutti i membri della famiglia, rispettandola e dandole fiducia.

6. Un lavoro di squadra
Non dimenticare che per il benessere del piccolo e di tutta la famiglia è fondamentale che tra te e la babysitter professionale ci sia un buon rapporto. Non è la tua antagonista, né può sostituirti, piuttosto è una compagna di squadra che ti aiuta. Imposta un rapporto franco e diretto: se è una professionista seria, saprà affiancarti nel migliore dei modi. Tu imposti le regole, però allo stesso tempo sii aperta e ascolta il suo parere e i suoi consigli. E poi, sai benissimo che i più piccoli hanno le antenne: la tua fiducia in questa persona sarà percepita anche dai tuoi figli. Che si sentiranno sereni e sicuri a stare da soli con lei. Insomma, la baby-sitter ideale deve essere tua alleata nel far crescere bene i tuoi bambini.

Non sei riuscita ad andare oltre il punto 2 della lista?
Scegli una babysitter Yougenio! La nostra selezionata squadra di babysitter professionali e tate tuttofare si prenderanno cura dei tuoi bambini dai 3 mesi ai 12 anni di età. Oltre a provvedere alla loro assistenza e sorveglianza, sono attente ai bisogni dei tuoi bambini: giocano, leggono e li sorvegliano durante i compiti, li portano al parco o a fare sport. Inoltre, alcune di loro parlano inglese o un'altra lingua straniera a scelta. La differenza è che non essendo un semplice portale di offerte di lavoro, ci prendiamo cura dei tuoi bambini con nostre dirette dipendenti, babysitter professionali. Selezioniamo le migliori, le assumiamo e le avviamo ad un ulteriore percorso formativo, per offrirti professionalità e serenità.
E per fare una scelta consapevole e verificare le competenze delle nostre baby-sitter, puoi richiedere un colloquio gratuito a tua scelta di persona o al telefono. In più hai tutta la sicurezza di Yougenio.

Adesso avrai capito perché è così difficile trovare in giro una babysitter brava, professionale, attenta, amorevole….insomma, come la desideri tu per i tuoi bambini: quelle supercalifragilistichespiralidose le abbiamo assunte tutte noi! ;)