Sicuramente ti è capitato di chiederti, magari dopo uno dei numerosi eventi sismici che ha colpito il nostro Paese, se la tua casa è in grado di resistere a un terremoto.
Se non ne sei sicuro, potrebbe esserti utile sapere che esiste un modo veloce, professionale e conveniente per scoprirlo. Giacomo, uno dei nostri esperti edili, ha incontrato personalmente il team che ha ideato questo nuovo metodo, RE.SIS.TO., ed è tornato con alcune informazioni interessanti. Sentiamole subito.

Cos’è RE.SIS.TO.?
Qui, mi perdonerete, ma devo essere un po’ tecnico per spiegare bene cosa mi hanno raccontato.
Iniziamo dal nome “RE.SIS.TO.”: è un acronimo di Resistenza Sismica Totale. Si tratta di un metodo speditivo di valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici.
In altre parole, RE.SIS.TO. permette di valutare e classificare in tempi rapidi e con costi contenuti la predisposizione del tuo edificio a subire crolli o danni in caso di un terremoto, identificando le vulnerabilità locali dell’immobile e consentendo di focalizzare meglio verifiche ulteriori, se necessarie.

Come nasce il progetto?
È dopo il terremoto dell’Aquila, che si è fatta più urgente la necessità di poter ricorrere a dei metodi che permettessero di analizzare in modo “veloce” gli immobili non danneggiati o lievemente danneggiati, verificandone lo stato.
Nel 2009 è nato RE.SIS.TO.. La Provincia di Bologna ed il CIRI Edilizia e Costruzioni dell’Università di Bologna hanno collaborato per mettere a punto una nuova metodologia in grado di stabilire in modo affidabile e rapido la vulnerabilità sismica degli edifici. Si è partiti con la valutazione degli immobili pubblici di interesse strategico della Provincia per poi estendere la metodologia ad ogni abitazione o edificio. Di fatto, quindi, RE.SIS.TO è stato ideato per rispondere ad un’esigenza manifestata dalla Pubblica Amministrazione: poter ottimizzare i tempi e i costi delle verifiche della vulnerabilità sismica, in modo da avere un quadro comparativo chiaro dello stato del proprio patrimonio, per poi procedere velocemente alla loro eventuale messa in sicurezza. Chiaramente può essere utilizzato anche da privati cittadini o imprenditori che vogliano valutare in maniera speditiva lo stato della propria abitazione o luogo di lavoro in termini di sicurezza sismica.

Come viene valutata la vulnerabilità sismica dell’immobile con RE.SIS.TO.?
Al tuo edificio, in base alle indagini ed analisi effettuate, vengono associati una scala e un colore che definiscono quanto è potenzialmente vulnerabile ad un evento sismico e quanto è prioritario intervenire o approfondire le analisi e le indagini. Per essere più chiari: la tua abitazione viene classificata attraverso una scala cromatica, composta da cinque classi qualitative, che va dal verde (Scala I, più resistente) al rosso (Scala V, meno resistente) analogamente alla certificazione energetica di CasaClima. Dalla classificazione si ottiene il livello di vulnerabilità sismica, associabile all’urgenza ed alla criticità di un possibile intervento di miglioramento.

E una volta valutato lo stato dell’abitazione?
RE.SIS.TO. ti aiuta, se lo desideri, a scegliere anche, i materiali, le tecnologie adottabili e il team di tecnici edili più adatti a svolgere l’intervento sul tuo immobile o, nel caso di abitazioni particolarmente vulnerabili, supporta lo svolgimento di valutazioni più approfondite attraverso i metodi convenzionali. Insomma un servizio completo offerto da personale altamente competente e specializzato che ti supporta nel processo di messa in sicurezza della tua abitazione o del tuo immobile. Come avviene la valutazione di RE.SIS.TO.?
RE.SIS.TO. ti restituisce una “carta d’identità strutturale” del tuo immobile mediante uno studio combinato di materiale tecnico, lo svolgimento di sopralluoghi e analisi, raccogliendo tutti gli elementi in formato digitale e con una struttura chiaramente comprensibile.

Nel dettaglio, la valutazione della vulnerabilità sismica dell’immobile viene svolta in 3 fasi:

1. Ricerca e acquisizione di informazioni tecniche e di materiale storico documentale (numero e tipologia di interventi svolti sull’immobile) fondamentali per studiare lo “stato di salute” generale della struttura.

2. Sopralluogo presso l’immobile per effettuare un’ispezione visiva, svolgere sondaggi e rilevazioni e valutare la corrispondenza tra le informazioni raccolte nella prima fase e lo stato di fatto dell’edificio. Studiare in loco la struttura è fondamentale per verificare anche la presenza di problematiche locali come un numero insufficiente di staffe nei pilastri, gravi irregolarità geometriche o strutturali, ribaltamenti fuori piano di pareti in muratura per i quali non c’è corrispondenza nei documenti tecnici.

3. Valutazione generale della vulnerabilità sismica, tenendo in considerazione anche le specifiche tecniche della zona geografica in cui è ubicata la costruzione.

Cosa differenzia RE.SIS.TO. dai metodi convenzionali?
Tra i punti di forza di questo nuovo metodo ci sono:

- la velocità e i costi contenuti del processo: il sopralluogo richiede solitamente mezza giornata e l’elaborazione dei dati raccolti, unita alla stesura dei reports, non più di qualche giorno lavorativo. RE.SIS.TO. riesce quindi a valutare in maniera speditiva la vulnerabilità sismica del tuo immobile in pochi giorni, con un risparmio che può arrivare all’80% della spesa richiesta dal metodo convenzionale.

- interventi di indagine poco invasivi.

- la natura comparativa del metodo che permette di procedere a successive indagini offrendoti un quadro comparativo del tuo patrimonio edilizio, anche di tipo differente, in modo agevole e flessibile.

- un network di RE.SIS.TO. Certified Engineers nella valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici e in grado di offrirti un servizio completo di qualità.

Ho chiesto di poter raccontare la chiacchierata che ho fatto con il team di RE.SIS.TO. perché durante il mio lavoro mi capita spesso di ricevere richieste relative al grado di sicurezza degli edifici in caso di eventi sismici. Specialmente oggigiorno che questi eventi sono tristemente attuali. Quindi perché non farti sapere che ora c’è un metodo alternativo proprio per verificare la presenza di eventuali criticità? Se ti va, puoi anche approfondire l’argomento direttamente sul sito di RE.SIS.TO.

Ringraziamo Giacomo e riprendiamo la parola per salutarti e ricordarti che se hai intenzione di procedere con dei lavori di ristrutturazione o desideri effettuare degli interventi per risanare la tua abitazione puoi contare su Yougenio: Giacomo e tutto il team di tecnici edili sono pronti a intervenire e rispondere a ogni esigenza. Per la tua casa e soprattutto per la tua sicurezza.