Buche, aiuole rovinate, chiazze aride: se hai un cane e un giardino, sai bene di cosa stiamo parlando.
Ma non rassegnarti all’idea che il tuo spazio verde sarà sempre così. Far convivere un giardino in ordine e un cane che ci scorrazza liberamente è possibile: basta predisporre o rivedere gli spazi in base alle esigenze del tuo animale.
Ma da dove iniziare? Abbiamo chiesto lume ai nostri giardinieri che ti aiutano con delle soluzioni utili pensate proprio per chi ha un giardino in balia di un amico a quattro zampe.
Per avere finalmente lo spazio verde curato che sogni da tempo
senza rinunce per te e soprattutto per il tuo cane.

Passione buche? Sposta gli scavi.
Iniziamo proprio da un problema particolarmente sentito da chi ha in famiglia un amico a quattro zampe: le buche in giardino. Come prima opzione, puoi provare a creare una zona sabbiosa dedicata ai suoi scavi e tunnel.
Un vero e proprio parco divertimento che dovrai inizialmente fargli conoscere bene, magari giocandoci insieme e nascondendo tra la sabbia i suoi giochi preferiti. Basterà qualche giorno e assocerà quell’area a una zona ludica, dove può scavare e divertirsi senza limiti. Ma è bene ricordare che il cane ha ben 300 milioni di recettori olfattivi (circa 294 milioni in più dell’uomo) e quando scava, oltre a farlo per noia, per solitudine o per nascondere il cibo, segue per istinto proprio gli odori e i movimenti dei vari animali che abitano il sottosuolo. Ovunque essi siano. Per questo la zona ricreativa non sempre funziona, soprattutto per cani che per razza o carattere amano scavare. Quindi, puoi pensare di abbinarla a una soluzione più definitiva: la posa di specifiche griglie salvaprato e reti anti-buche.
Ma attenzione! Non basta scavare e applicare le griglie. La prima operazione da fare è predisporre un fondo pietroso di almeno 15 cm, a cui seguirà uno strato di tessuto specifico. Poi si dovrà inserire uno strato drenante di ghiaia e solo a questo punto si passa alla posa del grigliato scelto e alla semina del prato (mi raccomando, scegli rigorosamente la tipologia calpestabile). Un lavoro complesso che ti consigliamo sempre di affidare a dei professionisti del settore. E per avere subito un’idea del costo, puoi richiedere un preventivo gratuito e senza impegno direttamente ai nostri giardinieri.

Sì alla corse, ma guidate.
Il tuo cane ama correre in tutto il perimetro del giardino? E soprattutto sembra adorare ripercorrere esattamente lo stesso percorso? Sei in buona compagnia, e il risultato purtroppo è solo uno: prato consumato, meno verde e soprattutto poco bello alla vista. Ma la soluzione anche in questo caso c’è.
Se il tuo prato è di nuova realizzazione o il tuo cane è appena arrivato puoi prevenire il problema inserendo degli elementi decorativi mobili, che puoi spostare facilmente in giardino. In questo modo oltre ad arredare il tuo spazio verde, andrai a creare degli ostacoli naturali per il tuo cane. Cambiando la loro collocazione spingerai il tuo amico a quattro zampe a cambiare spesso “tratta”, salvando il tuo tappeto erboso.
Se invece il tuo corridore peloso ha già segnato per bene il suo percorso giornaliero, puoi rimediare studiando delle passerelle ad hoc che coprano l’erba rovinata, decorando il tuo giardino e realizzando, al tempo stesso, un vero e proprio tracciato per il tuo cane che si divertirà ancora di più!


In alto i vasi.
Ami le erbe aromatiche (allora segnati per dopo questo articolo) e i vasi di fiori colorati? Non serve rinunciarci: vanno solo ricollocati, in modo che non siano a portata del tuo amico a quattro zampe. Sposta in alto i vasi con fiori e piantine, magari creando degli originali giardini verticali. Mentre se non hai la possibilità di “sospenderli”, puoi provare a rendere le piante dei tuoi vasi meno appetitose per il tuo cane. Una soluzione da provare è uno spray naturale composto da 3 parti di acqua e una di limone o arancia da vaporizzare su fiori ed erbe da cucina. Non danneggiano in alcun modo le tue piante e dovrebbero tenere il tuo cane a distanza di sicurezza.


Operazione salvataggio aiuole.
Ebbene sì, i cani amano anche rosicchiare le aiuole o peggio, distendercisi interamente sopra. Per evitare di dover raccogliere ancora una volta i pochi resti di violette, pansè, tulipani e primule puoi provare a capire perché il cane ha eletto la tua aiuola come luogo di gioco e di riposo. Se è un cucciolo, potrebbe aver proprio bisogno di rosicchiare più cose possibili per farsi i denti. In questo caso può essere utile spingerlo a usare dei giochini specifici da mordicchiare che lo terranno impegnato per gran parte del tempo, dando tregua alle tue aiuole.
Se invece il tuo cane è già adulto potrebbe semplicemente aver bisogno di un luogo di ristoro, magari più vicino a te e alla casa. Prova a creare uno spazio per lui, con una cuccia comoda e riparata da collocare nelle vicinanze delle aiuole. E se invece continua a preferire i tuoi fiori, l’unica cosa da fare è recintare lo spazio, impedendogli l’accesso.

Acqua, pazienza e...vade retro erba bruciata.
Tante macchie secche e rade collocate qui e là nel tuo bel prato verde non sono di certo belle da vedere. Come sai bene, la responsabile del diradamento e dalla morte di alcune zone del tappeto erboso è l’urina del cane. Infatti contiene azoto, che in piccole quantità è un ottimo fertilizzate ma in concentrazioni più elevate, come nella pipì dell’amico a quattro zampe, brucia radici, germogli e piantine. Come risolvere il problema?
Irrigare abbondantemente entro 8 ore il punto incriminato può stoppare il processo di bruciatura dell’erba. Efficace certo, ma poco comodo. Sicuramente la soluzione più adatta è installare un impianto di irrigazione con dei getti ad hoc direzionati nelle zone sensibili. Oppure puoi tentare di insegnare al tuo cane a fare i bisogni in un’area dedicata. In questo caso, può essere utile nell’impresa, predisporre uno strato di ghiaia e aggiungere nelle immediate vicinanze un oggetto facilmente marcabile (anche un semplice vaso). Con tempo e pazienza potresti risolvere il problema in modo definitivo. Puoi anche provare con degli spray attrattivi che si trovano in commercio, da preferire sempre a quelli repellenti, generalmente inefficaci, soprattutto se l’area da “debellare” è un intero prato.

Erba sintetica: sì o no?
Il tuo cane è un osso duro e le soluzioni proposte non sono sufficienti? Allora sì, potresti prendere in considerazione la realizzazione di un prato in erba sintetica: un’opzione pratica che mette d’accordo spazio verde e amico a quattro zampe. Infatti posare un prato in erba sintetica (optare per un materiale di qualità è fondamentale) ti permette di risolvere definitivamente sia il problema delle buche, che quello delle zone bruciate dalla pipì. Se scegli un prato di qualità, l’effetto naturale è comunque garantito, perfettamente drenato e lavabile con facilità. Da considerare quindi in caso di amici pelosi con cui le hai davvero già provate tutte :)


Come hai letto, ci sono numerose soluzioni che puoi applicare per una convivenza felice. Conciliare il tuo desiderio di un giardino verde e curato e la libertà del tuo cane di goderne è possibile, quindi non ti arrendere :)
Noi ti lasciamo al tuo lavoro, ricordandoti che se hai bisogno di un aiuto professionale per rimediare ai vecchi disastri del tuo amico a quattro zampe, puoi contare su di noi. In realtà su un vero e proprio team di giardinieria completo servizio del tuo spazio verde: dalla realizzazione di tappeti erbosi al montaggio di impianti di irrigazione e molto altro.
Le soluzioni ci sono, i professionisti che ti aiutano a realizzarle anche. Non far aspettare il tuo giardino, né il tuo amico a quattro zampe.

Buon lavoro!