La scelta del lampadario è sempre un momento difficile per l'arredamento degli spazi della nostra abitazione. Richiede un’analisi accurata degli ambienti, intense riflessioni e compromessi fra le persone che vivono in casa. Tutto questo spesso porta a rimandare la decisione sull’acquisto del lampadario… Chi di noi non ha vissuto almeno un periodo della sua vita con un semplice filo e una lampadina penzolante dal soffitto? Oggi cerchiamo di aiutarti in questa scelta di arredamento così sentita e importante!

Premessa: scatta una foto della tua stanza

Il primo consiglio è fondamentale. Ti accompagnerà per tutta la fase di scelta dell’illuminazione della tua casa. Fai una foto della stanza che vuoi illuminare con il tuo nuovo acquisto. Meglio se più di una, da diverse angolazioni e con differenti condizioni di luce. Quando ti sentirai smarrito in un negozio specializzato, circondato da lampadari moderni, plafoniere in ferro battuto e applique a soffitto queste foto saranno il tuo porto sicuro: potrai mostrarle a chi ti sta aiutando nella scelta e usarle per ricordarti davvero quello che ti serve…

Regola generale: adattalo ai tuoi ambienti

Scegliere il tuo lampadario ideale richiede poi una serie di valutazioni e di ragionamenti da fare in base a come è conformata la tua abitazione. Puoi scegliere plafoniere classiche o soluzioni di illuminazione moderna, ma alla base di tutto devi sempre tenere a mente che il modello scelto deve riuscire ad adattarsi al tuo ambiente, non viceversa. Ecco qui di seguito alcuni parametri da tenere in considerazione.

Misure dell’ambiente

La grandezza e la forma del lampadario sono direttamente correlate alle misure dell’ambiente in cui verrà installato. Di fondamentale importanza è l’altezza del soffitto: se questo è basso sono da evitare le soluzioni che si estendono in lunghezza, preferendo magari delle plafoniere a soffitto.

Se scegli un lampadario ricorda questo principio fondamentale: più bassa è la posizione della fonte di illuminazione, meno si distribuisce la luce all’interno dell’ambiente. Quando il soffitto è alto puoi invece permetterti una soluzione più “importante” e scegliere anche dei lampadari più eleganti.
Ricorda: la grandezza del lampadario deve essere commisurata all’ampiezza della stanza. La regola di base è che il lampadario non deve in alcun modo intralciare né il movimento delle persone né la loro visuale.

Colore dell’ambiente

Altra caratteristica cardine da considerare nella tua scelta è quella della colorazione della stanza in cui andrai a installare il tuo nuovo acquisto. Arredamento e muri di colore più scuro tendono ad assorbire di più la luce, rendendo cupo l’ambiente. Al contrario colori chiari, specchi ed elementi metallici tendono a riflettere e ampliare la potenza della fonte luminosa. È importante quindi valutare attentamente questi fattori che si ripercuotono sulla scelta di modelli con una potenza adeguata a soddisfare le esigenze di luminosità che cerchi. Attenzione, tieni in considerazione la stagione e le condizioni meteo in cui fai le tue valutazioni: sei sicuro che la tua stanza sia sempre così luminosa, anche d’inverno e con la pioggia battente?

Quale lampadina scegliere?

Di pari passo con il colore dell’ambiente va la scelta della tipologia di lampadina da installare nel lampadario. Abbiamo già parlato in questo articolo dell’importanza di questa decisione, che dipende soprattutto dalla stanza in cui ci troviamo, oltre che dai materiali dell’arredamento. Sul piano di lavoro della cucina, dove è richiesta una buona visibilità, si tende a preferire una luce fredda, come in una stanza dedicata al lavoro, allo studio e ad altre attività che richiedono concentrazione. Negli ambienti dedicati al relax, come il soggiorno o la camera da letto, spesso viene invece usata una luce calda. In questo caso la scelta è comunque delegata molto al gusto personale e a come le diverse tipologie di lampadina influiscono effettivamente sull’ambiente. L’aspetto positivo? Puoi fare tutte le prove che vuoi anche prima di acquistare il lampadario ;)

Materiale del lampadario

Il materiale del lampadario deve essere deciso in armonia con le tue scelte di arredamento. In generale ci sono ambienti come il salone, che prediligono materiali come il vetro, mentre la camera da letto può richiamare maggiormente lampadari classici, ma anche in plexiglass o plastica. Per altre stanze, infine, è richiesta più attenzione all’aspetto funzionale: sono le camere da letto dei bambini per le quali si possono scegliere lampadari più economici, come quelli in carta di riso, o più resistenti, come quelli in legno.

Montaggio del lampadario

Spesso questo è un aspetto che viene dimenticato al momento dell’acquisto di un lampadario: come si fissa? Hai verificato se il tuo soffitto è già predisposto con degli appositi ganci? Avrai bisogno delle staffe per il fissaggio? Se sì, queste sono incluse all’interno della confezione del lampadario, dell’applique o della plafoniera che hai scelto? Un consiglio: verificalo subito, per evitare un viaggio in più in negozio. In ogni caso poi, per installare rapidamente il tuo lampadario puoi chiedere a noi: i nostri servizi di montaggio lampadari e plafoniere e di montaggio lampadine, led e neon sono prenotabili in pochi click. Così potrai vedere in tempi rapidi le tue stanze illuminate di una luce nuova e potrai finalmente dire addio a quella lampadina penzolante dal filo o al tuo vecchio e sgangherato lampadario!