Primi freddi. Mentre le temperature scendono in picchiata, diamo il benvenuto a delle new entry del riscaldamento domestico. Stiamo parlando delle valvole termostatiche che, certamente, se abiti in un condominio con riscaldamento centralizzato, avrai già fatto installare o starai per applicare, come impone la norma nazionale (d.lgs. 102/2014 e correttivo 141/2016).
Intanto, un ripasso. L'installazione delle valvole termostatiche su ciascun radiatore presenta innumerevoli vantaggi: puoi impostare la temperatura desiderata in ogni singola stanza, in maniera automatica, e allo stesso tempo risparmiare sui consumi con un grande beneficio per la salute. Riducendo al minimo gli sprechi di energia, inoltre, la valvola termostatica contribuisce a limitare i danni da emissione di gas nell’ambiente. In più, la temperatura costante, in media di 20 °C, rende gli ambienti molto confortevoli e vivibili, senza quel calore spesso eccessivo (o a volte invece insufficiente) che è dannoso.

Insomma, tutti d’accordo che l’installazione delle valvole termostatiche dei radiatori è un dovere molto piacevole. E per renderle delle grandi alleate del nostro benessere, possiamo senz’altro sfruttare al meglio i loro benefici. Come? L’abbiamo chiesto ai nostri esperti, i Personal Yougenio termoidraulici, impegnatissimi ultimamente proprio in questo genere di intervento.
Nonostante l’agenda pienissima, sono riusciti a elargire 7 consigli d’oro per un corretto utilizzo delle valvole termostatiche.

1. A ogni radiatore la sua valvola.
L’impianto di riscaldamento è un circuito chiuso, così ogni elemento è strettamente legato agli altri. Anche un solo radiatore senza valvola termostatica lavorerebbe in modo errato e non conforme rispetto agli altri con conseguenze negative sull’intero impianto condominiale.

2. La valvola si accende con l’impianto.
Se l’installazione è corretta, le valvole si attivano semplicemente con l’accensione dell’impianto di riscaldamento, senza alimentazione esterna.

3. Sono facili da regolare.
Avrai sicuramente notato dei numeri da 0 a 5 corrispondenti a determinati valori in gradi centigradi (dal minore al maggior calore). Per impostare la temperatura di riferimento per ogni stanza, basta ruotare la testa termostatica. Ti consigliamo di impostare la temperatura di tutti i locali in posizione 3. Su tutte le valvole questa posizione corrisponde ad una temperatura ambiente di circa 20°C ed è sicuramente una buona impostazione da cui partire. Tieni presente che fra la posizione 3 e le posizioni 2 o 4 la temperatura varia di circa 5 gradi, quindi cerca di spostare la valvola per correggere la temperatura di poco, cioè non più di 1/5 della distanza tra un numero e il successivo. La manopola va ruotata pochissimo ad ogni correzione.

4. A ogni ambiente il suo calore.
Nella zona giorno, cioè in cucina ed in soggiorno, sono perfetti i 20°C. In lavanderia e nei locali di passaggio è sufficiente tenere fra i 16 e i 18 °C, mentre nei bagni puoi impostare un piacevole teporino, alzando un po’ la temperatura. Nei locali poco utilizzati o nella zona notte puoi abbassare un po’ al di sotto dei 20°C. Cerca di controllare gli orari di accensione. Quando non sei in casa, cerca di evitare di far lavorare l’impianto, rispettando i tempi di accensione massima giornaliera previsti per la fascia climatica di appartenenza. Può esserti utile installare un cronotermostato, per gestire la temperatura in modo intelligente. Di notte, chiudi finestre e abbassa le tapparelle per per mantenere un buon isolamento termico. Ovviamente è sano arieggiare i locali, ma con i giusti tempi, evitando di tenere le finestre aperte per periodi troppo lunghi abbassando troppo la temperatura degli ambienti.

5. Radiatori caldi in alto e freddi in basso.
Se toccando i radiatori li senti caldi nella parte superiore e freddi in quella inferiore, significa che le valvole termostatiche stanno lavorando correttamente. Le valvole infatti regolano il flusso di acqua, pertanto il radiatore stratifica diventando freddo nella parte bassa e tiepido in alto. Circola così solo la quantità d’acqua necessaria a mantenere la temperatura ambiente impostata per ogni stanza. Il radiatore diventa progressivamente freddo verso il basso poiché il calore da esso prodotto viene ceduto al locale per riscaldarlo.

6. E a fine stagione? Alla fine dell’inverno, ricordati di posizionare le teste termostatiche in corrispondenza del valore di massima apertura (numero 5) per evitare eventuali depositi di sedimenti che ne potrebbero compromettere il corretto funzionamento. Ovviamente, ai primi freddi, con l’accensione dell’impianto di riscaldamento, bisognerà reimpostare le temperature ideali desiderate per ogni ambiente.

7. Dulcis in fundo… manutenzione.
La manutenzione ordinaria è buona regola per mantenere perfettamente efficiente il tuo impianto di riscaldamento, così da essere meno inquinante, riducendo gli sprechi energetici e di conseguenza economici. Prenota subito il tuo Personal Yougenio per tutte le tue esigenze di termoregolazione dell’ambiente, dalla caldaia al condizionatore. La periodica manutenzione della caldaia è un ottimo modo per evitare brutte sorprese, a freddo…Tornando alle valvole termostatiche magari ti sei già adeguato, installandole sui tuoi radiatori. Forse, nonostante i nostri consigli, qualcosa nella valvola termostatica non va. In ogni caso, puoi ovviare e subito, perché i nostri Personal Yougenio termoidraulici possono aiutarti. Quello che devi fare è semplicemente indicare il numero di radiatori su cui vuoi installare o sostituire le valvole. In ogni caso l’installazione della valvola termostatica è un intervento che si esegue in giornata, con disagi davvero minimi ma con il massimo vantaggio economico per te, compresi anche gli incentivi fiscali.

Bene, siamo certi che in queste fredde giornate novembrine, i consigli “Yougeniali”, oltre che aiutarti a scaldare meglio i tuoi ambienti, riscalderanno anche il cuore.