Stai pensando di ristrutturare una stanza, di sistemare il giardino, di acquistare dei mobili nuovi o di rendere la tua abitazione più efficiente e sicura? Anche quest’anno puoi farlo approfittando delle agevolazioni fiscali previste per casa e giardino dalla Legge di Bilancio 2018, in vigore dal primo gennaio con…delle novità.
Infatti, la nuova legge conferma la maggior parte delle misure fiscali come l’Ecobonus, il Bonus Mobili, gli incentivi sulla ristrutturazione edilizia e il Sisma Bonus che già conosciamo, apportando, però delle modifiche che è bene conoscere. Abbiamo messo in ordine per te tutte le informazioni da ricordare, in modo da avere un quadro chiaro di tutte le detrazioni che puoi utilizzare su casa e… per la prima volta anche sul giardino.
Vediamole subito insieme.

BONUS VERDE.
La grande novità della legge di bilancio del 2018 è il bonus verde, che per la prima volta promuove gli interventi anche sulle aree verdi di casa. Una misura che si pone l’obiettivo di ridurre l’inquinamento dell’aria nelle nostre città, permettendo alle famiglie di detrarre il 36% dell’importo pagato per i lavori di sistemazione di giardini e terrazzi. Il bonus verde può essere utilizzato per spese fino a 5.000 euro (la detrazione massima è quindi di 1.800 euro) su lavori di riprogettazione, sistemazione e manutenzione di giardini, balconi, terrazzi e zone verdi storiche. Ad esempio, rientrano negli interventi detraibili:

  • fornitura di piante o arbusti e aiuole se associati a un intervento di rinnovamento generale,
  • risanamento o sostituzione di siepi,
  • riqualificazione dei prati,
  • rifacimento di sistemi di irrigazione.
sia in unità immobiliari singole che nei condomini.
Nessun limite relativo allo stato dell’immobile (per il bonus verde non è necessario che l’abitazione sia in fase di ristrutturazione). La detrazione che viene ripartita in dieci quote annuali costanti può essere richiesta mediante la compilazione della dichiarazione dei redditi e presentando la documentazione tracciabile dei pagamenti svolti per l’intervento.

BONUS RISTRUTTURAZIONI.
Ottime notizie: sei ancora in tempo! La detrazione fiscale sulle spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione delle abitazioni è stata confermata e potrai approfittarne anche quest’anno. Infatti per tutto il 2018, puoi continuare a detrarre il 50% per un importo massimo di 96.000 euro, sui costi affrontati per lavori di manutenzione ordinaria, straordinaria, ristrutturazione edilizia e restauro su abitazioni singole e condomini. Ma attenzione, dal 1° gennaio 2019, l’agevolazione verrà ridotta notevolmente, tornando alla percentuale originaria del 36% con un importo limite di 48.000 euro. Quindi meglio affrettarsi: puoi trovare maggiori dettagli relativi a interventi detraibili, beneficiari dell’incentivo e alle modalità per richiedere il bonus, nel capitolo ristrutturazione edilizia di questo articolo.

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI.
Se hai già iniziato a ristrutturare casa e stai pensando agli arredi, devi sapere che hai diritto a uno sconto IPERF pari al 50% sul costo dei mobili per un massimo di 10.000 euro. Infatti anche il Bonus Mobili ed elettrodomestici rientra nelle misure fiscali riconfermate per tutto il 2018. Nessuna modifica rispetto al 2017, ma è bene sapere che anche in questo caso ci sono dei requisiti specifici richiesti per accedere all’agevolazione. Anzitutto il bonus è fruibile solo se sono stati svolti dei lavori di ristrutturazione nell’immobile oggetto di agevolazione.
Inoltre, è necessario che:

  • i lavori di ristrutturazione sull’abitazione inizino a partire dal 1° gennaio 2017 e rientrino nelle tipologie detraibili secondo quanto prescritto dal bonus ristrutturazione,
  • le spese per l’acquisto dei mobili risalgano al 2018.
Se rientri nei beneficiari, puoi detrarre il 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili, grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni), arredi (armadi, tavoli, divani, materassi, illuminazione…) e arredi di condominio, come la guardiola. Escluse invece dalla detrazione: porte, pavimentazioni e tende.

ECOBONUS.
Prorogato per il 2018 anche l’Ecobonus, l’agevolazione fiscale sugli interventi di riqualificazione energetica della casa. In questo caso però, sono state apportate due modifiche importanti:

  • la percentuale detraibile scende dal 65% (come prevedeva la legge di bilancio 2017) al 50%, su un importo massimo di 30.000 euro, per gli interventi di sostituzione di infissi, schermature solari e di impianti di riscaldamento invernale con caldaie a condensazione e a biomassa. Unica eccezione: solo se scegli di montare una caldaia a condensazione a massima efficienza, includendo nell’intervento anche l’installazione delle valvole evolute dei termosifoni, ti spetta l’agevolazione originaria del 65%,
  • la detrazione viene estesa anche agli edifici adibiti a edilizia residenziale pubblica ( IACP).
Rimane invece invariata per tutto il 2018 la detrazione del 65% sulle spese sostenute per tutti gli altri interventi: fino a 100.000 per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti e fino a 60.0000 per la sostituzione di pavimentazioni, coperture e per l’installazione di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda.

SISMA BONUS.
Importante riconferma anche per il Sisma bonus: sulle spese sostenute per i lavori effettuati fino al 31 dicembre 2021 sarà possibile detrarre fino all’80% per le singole unità immobiliari e fino all’85% per i condomini. La novità introdotta dalla legge di bilancio 2018 è il bonus unico per i condomini: la possibilità di un cantiere unico condominale e usufruire nello stesso momento di ecobonus e sismabonus per interventi di risparmio energetico e/o di adeguamento sismico: in questo caso la detrazione sarà dell’80% in caso di riduzione di una classe di rischio sismico e dell’85% in caso di due.
Puoi scoprire requisiti, aventi diritto, e modalità di accesso alla detrazione direttamente qui .

Insomma, come vedi ci sono numerose detrazioni fiscali pensate per aiutarti a realizzare ciò che magari hai in mente di fare da un po’ di tempo: avere finalmente un giardino più curato, il salotto rinnovato, un sistema di riscaldamento più efficiente e meno inquinante o magari una casa più sicura. Ora hai tutte le informazioni che ti servono per scegliere la misura fiscale che fa al caso tuo. Noi vogliamo darti un ultimo consiglio: per i tuoi lavori di ristrutturazione , di efficientamento energetico o di adeguamento sismico è importante affidarsi ad esperti del settore.
Con Yougenio prenoti non solo l’intervento del professionista di cui hai bisogno in tutta semplicità e comodità ma ti garantisci un servizio qualificato, assicurato e naturalmente accompagnato da tutta la documentazione necessaria per richiedere la detrazione fiscale che vuoi utilizzare. Puoi contare su un team di tecnici capaci di rispondere a ogni esigenze: addetti edili esperti, installatori e manutentori specializzati e giardinieri referenziati.
Insomma proprio quello che desideri per la tua casa. Cosa aspetti?