Quando hai pulito il forno l’ultima volta?

Eh già, non è un bel ricordo vero? Strofinare, strofinare e ancora strofinare, per ottenere un risultato che non sempre è quello che ti aspetti. Ti diciamo subito la verità: non esiste un segreto magico che permetta di pulire il forno in pochi minuti e senza olio di gomito.

Ma, e questo è il bello, esistono delle accortezze che puoi mettere in pratica per svolgere una pulizia del forno a costo zero e dal risultato garantito. Con prodotti che hai già nella credenza.

Scopri subito come fare: i nostri specialisti del pulito hanno creato per te una tabella di marcia per pulire il forno che ti spiega come e in che ordine procedere per la pulizia completa del forno: dalle pareti interne allo sportello.

Buon forno splendente!

1. Addio incrostazioni.


La prima cosa da fare per pulire accuratamente il forno è eliminare ogni incrostazione.
Ma perché stare ore a strofinare lo sporco ostinato quando esiste un trucchetto che può aiutarti e velocizzare l’operazione?
Basta scaldare il forno. Hai capito bene, il calore è un ottimo alleato nella lotta contro le incrostazioni.
Quindi, iniziamo! Prima di tutto, togli le teglie e accendi il forno a 180 gradi.
Mentre raggiunge la temperatura, prepara una pentola (che poi possa essere infornata) con 4 litri di acqua bollente e 1 bicchiere di aceto di vino bianco.
Poi metti la pentola nel forno acceso per mezz’ora. Dopo 30 minuti spegni il forno ma lascia all’interno la pentola per 3 ore. Tempo in cui il vapore di acqua e aceto andrà ad agire sulle incrostazioni, ammorbidendole. Passate le ore indicate, impugna una spugna e passala sulle incrostazioni fino a eliminarne ogni traccia.
Ricorda: non usare mai la paglietta all’interno del forno, rischi di rovinare le superfici.

E se le incrostazioni non vengono via? Abbiamo un segreto anche per lo sporco più ostinato!
Crea una pasta con 7 cucchiai di bicarbonato, 1 cucchiaio di acqua calda e 1 di aceto bianco e strofinala sulle incrostazioni. Lascia agire 10 minuti e torna a strofinare con la spugna.
E addio sporco!

2. Pareti splendenti.

Eliminate le incrostazioni, puoi passare alla pulizia delle pareti interne del forno.
Anche in questo caso è preferibile che il forno sia tiepido: il calore aiuta la pulizia e l’igienizzazione.
Accendilo a 100 gradi per 10 minuti e lascialo intiepidire.
Poi crea il tuo detergente naturale. Realizza il tuo composto con mezzo litro d’acqua e un cucchiaio di sapone di marsiglia liquido o grattugiato e inserisci la miscela in uno spruzzino.
Spruzza sulle pareti e strofina sulle superfici del forno, con una spugna morbida.
Poi risciacqua accuratamente 2 volte, con acqua calda.

3. Guarnizioni e guide a noi!

Quando le hai pulite l’ultima volta? Spesso lo sporco si annida anche qui ed è importante rimuoverlo e igienizzare anche queste componenti. Munisciti di spazzolino: intingilo in poca acqua calda e bicarbonato e strofina delicatamente guarnizioni e guide. Risciacqua poi passando un panno umido.

4. Sportello brillante.


Ora l’interno del tuo forno è perfettamente igienizzato.
Ma manca l’ultimo passaggio, perché no, non puoi lasciare lo sportello opaco e unto.
Questa volta a forno freddo, strofina con un panno morbido una miscela fatta con 2 cucchiai di bicarbonato in polvere e 2 di aceto di vino sia sulla parte interna dello sportello che sulla vetrata esterna.
Lascia agire qualche minuto e poi risciacqua con abbondante acqua.

5. Teglie da forno in cui specchiarsi.

Anche in questo caso corrono in tuo soccorso il bicarbonato e l’aceto.
Versa sulle teglie il bicarbonato in modo da ricoprire tutta la superficie e poi spruzza dell’aceto di vino o di mele. Lascia che la soluzione agisca per qualche minuto e poi strofina energicamente. Infine metti le teglie sotto l’acqua corrente e vedrai che lucentezza, sembreranno come nuove.

E per finire, ecco le regole d’oro per un forno sempre perfetto:
  • cerca di pulire il forno con costanza, al termine di ogni utilizzo. Basta un po’ di acqua calda e aceto e ridurrai il numero e i tempi delle pulizie straordinarie.

  • quando usi il forno, prediligi le cotture al cartoccio: eviterai schizzi e…future incrostazioni ostinate!

  • ricorda di collocare sul fondo del forno un grande foglio di alluminio per evitare che cibi e condimenti, bruciando, finiscano sulla superficie diretta del forno, creando residui e sporco secchi, tra i più difficili da rimuovere.

Allora hai già bicarbonato, sapone e aceto pronti?
Siamo certi che farai un ottimo lavoro!

Come hai visto, non è necessario acquistare detergenti costosi ma puoi creare il tuo detersivo green per il forno in casa e a costo zero.

E se hai bisogno di un aiuto professionale con le faccende domestiche, sai che puoi chiamare i nostri specialisti del pulito, sempre pronti a far risplendere ogni angolo, anche del forno :)