Ed ecco arrivate le sospirate vacanze! Pronti, partenza, via. Te le sei proprio meritate. Fai il check di tutto: chiuso il gas? Ok. Staccate le spine della tv, dell’antenna, del modem? Ok. Chiusa la chiave d’arresto dell’acqua? Ok. Bollette pagate? Ok. Frigo svuotato da cibi deperibili? Ok. Bagagli pronti? Ok. E le tue piante? Quelle da interni, quelle sul terrazzo o in giardino? Ti sei messo d’accordo con un vicino o un amico che possa passare a innaffiarle? Partiti anche loro? Non puoi certo portare il tuo verde in vacanza con te. Né puoi rinunciare a queste giornate di ferie che magari hai sospirato tutto l’anno. E poi, sei riuscito a salvarle dai rigori invernali, curandole con soddisfazione in primavera, ora che è estate danno il meglio di loro…Che fare per non ritrovare un desolato e colpevolizzante deserto al tuo ritorno? Aspetta un attimo, e prima di chiudere casa, lasciandoti alle spalle la stanchezza di un anno intero, segui qualche semplice accorgimento per la manutenzione del tuo verde. E al ritorno dalle vacanze, le ritroverai in forma e rigenerate, proprio come te.

Sotto il vaso, tutto.
Se la tua assenza si limita a pochi giorni, il ruolo dei sottovasi è fondamentale, contro la siccità. Soprattutto per le piante da fiore o quelle che in generale necessitano di annaffiature costanti. Lascia quindi almeno due dita d’acqua in ciascun sottovaso. Ci penserà ciascuna pianta ad attingere, assorbendola quando ne sentirà il bisogno. Ovviamente, l’acqua stagnante può attirare le zanzare, ma è una controindicazione minima rispetto al vantaggio di ritrovare il tuo verde ancora verde.

Attaccale alla bottiglia.
No, nessun consiglio etilico. Ma per garantire al tuo verde fino a 3 settimane di autonomia, puoi utilizzare questo semplice accorgimento. Metti da parte le bottiglie di plastica da 1,5 o 2 litri. Riempile, chiudi bene i tappi e pratica su di essi dei piccoli buchi. Poi “pianta” (è proprio il caso di dirlo!) una bottiglia in ogni vaso, ovviamente rovesciata, così che l’acqua che fuoriesce dai fori, penetri poco per volta nel terreno, un po’ come una flebo. Si disseteranno costantemente, assicurandosi un’ottima e duratura riserva d’acqua.

Filo diretto.
Un altro metodo efficace per mantenere sempre viva la connessione fra le tue piante e l’acqua, è quello che prevede l’utilizzo di fili di lana, o fibra naturale. Se in casa hai qualche gomitolo avanzato fai così: raduna le piante in cerchio. Al centro, poni un contenitore pieno d’acqua, una bacinella, una vaschetta o una tinozza, dipende ovviamente dal numero di piante e dal tempo che pensi di mancare da casa. L’importante è che la superficie dell'acqua sia più elevata rispetto alla terra dei vasi. Eventualmente utilizza uno sgabello o una sedia per sollevare il recipiente. Quindi fai delle trecce con i fili di lana, una per ogni pianta immergendo un capo nel contenitore e piantando l’estremità opposta nella terra.

Idee luminose.
Per il benessere delle piante d’appartamento, raggruppale vicino a una finestra, lasciando le persiane accostate o le tapparelle appena sollevate. Basta veramente uno spiraglio di pochi centimetri: l’importante è che possa entrare la luce del sole. Se poi metti dei contenitori pieni d’acqua vicino, creerai un habitat sufficientemente umido, ideale per le piante domestiche che a differenza di quelle da esterni non sopporterebbero “bevute” eccessive.

Idee ombrose.
In questo caso invece, ci rispostiamo sul balcone. Sempre per assenze brevi, puoi radunare tutti i vasi nell’angolo più in ombra. Per una fantastica legge di natura, le piante tendono a essere solidali fra loro. Così, le più grandi manterranno in ombra le più piccole, mentre le fronde di queste ultime proteggeranno e manterranno umido il terreno delle prime. Un mutuo soccorso autogestito, insomma.

Quando tutto questo non basta…
Perché hai un giardino, un grande terrazzo, o davvero molte piante e con esigenze diverse. E magari anche un prato. Non colpevolizzarti e non rinunciare alle vacanze! Piuttosto premunisciti di un sistema di irrigazione temporizzato: l'unico modo per aiutare le piante durante una lunga vacanza. Ovviamente, non affidare la sopravvivenza del tuo verde a nessuno che non sia più che qualificato. Rivolgiti a Yougenio: i nostri servizi di manutenzione dei giardini e delle aree verdi, prevedono l’intervento a casa tua di professionisti qualificati. Prenota subito il tuo giardiniere part-time Yougenio. Si prenderà cura delle tue piante con l’amore e la dedizione che metteresti tu. Con in più la professionalità e la serietà garantite da un’azienda.
Perché limitarti al far sopravvivere le piante d’estate? Chiedi a Yougenio e non solo le ritroverai vive. Ma anche vegete.
Insomma, con Yougenio le vacanze sono, più che mai…evergreen!