Dopo anni dalla suocera o al ristorante, quest’anno hai deciso: Natale si fa a casa tua.

Atmosfera più accogliente e rilassata e tutte le persone che ami intorno alla tua tavola.

Che bello vero?

Ma organizzare il pranzo o la cena di Natale da te è una bella sfida.
Le cose da fare sono davvero tante, soprattutto se vuoi fare bella figura.

L’importante è avere uno schema da seguire e potrai goderti la festa, senza restare incastrato tra fornelli e pulizie.

Quindi mettiti comodo e leggi i consigli per organizzare la festa di Natale perfetta.
Basta un po’ di impegno e collaborazione e il successo è garantito.

Ecco la scaletta delle cose da fare, con tanti suggerimenti utili.

Pulire la casa.


Eh sì, fai le pulizie ogni settimana ma quando sono in arrivo degli ospiti per Natale, la casa ti sembra sempre più disordinata e sporca. La regola d’oro in questo caso è non prendersi mai all’ultimo con le pulizie di Natale.
Ad esempio, programmando di svegliarsi all’alba del giorno stesso della festa per rassettare casa.
Sbagliatissimo. Finiresti per cadere sfinito sul divano a metà giornata.
Molto meglio organizzarsi per tempo.

Inizia martedì 18 dicembre e giorno per giorno dedica qualche ora alla pulizia di fondo di ogni ambiente.
In ordine:

  • 18 dicembre: camere da letto e degli ospiti

  • 19 dicembre: lavanderia e sgabuzzino

  • 20 dicembre: bagni

  • 21 dicembre: cucina (se riesci sarebbe importante pulire anche gli interni degli elettrodomestici)

  • 22 dicembre: soggiorno e libreria.
Si arriva così a domenica 23 in cui stop alle pulizie. Solo meritato riposo.
Poi lunedì 24 dicembre avrai tutto il tempo per cucinare, lasciando qualche ora la sera per svolgere con calma le ultime faccende ordinarie, come la pulizia quotidiana del bagno e il riordino di cucina e soggiorno con passaggio di aspirapolvere e mocio.

Sicuramente sarà una settimana impegnativa ma se ti organizzi bene, potrai fare le cose con calma, senza stress inutile. Naturalmente è d’obbligo farsi aiutare da tutta la famiglia così ognuno non impiegherà più di un’ora al giorno e tutti sarete meno stanchi. È Natale anche per voi!
E se proprio il tempo ti manca o sai che ti troverai all’ultimo, sai che puoi prenotare il nostro servizio di pulizia quotidiana: penseranno a tutto i nostri specialisti del pulito e tu potrai dedicarti al resto.

Scegliere il menu.


Prima cosa: è importante tenere presente eventuali intolleranze e allergie alimentari dei tuoi ospiti, evitando di inserire nel menu pietanze che possono causare dei problemi.
Se ad esempio, la suocera è allergica ai crostacei è poco carino proporre come primo, un bel piatto di spaghetti allo scoglio.
Altro consiglio utile è quello di andare sul sicuro, proponendo i tuoi cavalli di battaglia culinari, evitando di inserire ricette mai sperimentare in precedenza.
Di certo non vuoi vedere piatti pieni e pance vuote, dopo tanto lavoro dietro ai fornelli.
Attenzione anche a non cadere nell’errore di pensare di preparare tutti i piatti espressi.
Cerca di scegliere preparazioni che puoi cucinare il giorno prima.
Quindi via libera a torte salate, lasagne, pasta al forno, verdure trifolate, pollo alla cacciatora, cotechini e crostate.
Che diciamoci la verità, il giorno dopo sono ancora più buoni, quindi tutto di guadagnato.
Infine, un suggerimento per il menu. Se sei a corto di idee, ti suggeriamo di puntare su piatti con ingredienti di stagione come melograno, radicchio, broccoli, arance e molti altri. Ricorda che un pranzo di Natale che si rispetti è composto almeno da un antipasto, due primi, un secondo e un dolce.
Poi frutta secca, caffè e liquori a volontà. E buon appetito!

Preparare la tavola.


Come preparare la tavola a Natale?
Prima di dar libero sfogo alla creatività con centrotavola e suppellettili natalizi, ricorda che i tuoi ospiti, come prima cosa, devono stare comodi a tavola. Sarebbe poco piacevole passare tutto il pranzo o la cena stipati e con il timore di prendere del vino per paura di far crollare tutti i bicchieri vicini.
Quindi non riempire ogni spazio vuoto e garantisci sempre un po’ di spazio (e di respiro) tra un piatto e l’altro. Il galateo dice di tenere una distanza di circa 60-70 centimetri.

Nota dolente: come si apparecchia la tavola a Natale?
Se vuoi seguire le regole del bon ton, predisponi una forchetta per portata, collocando la prima da sinistra e procedendo in ordine in base ai piatti.
Coltelli a destra, con eventuale cucchiaio per la zuppa o il brodo e posata per il dolce sopra il piatto.
Piattino del pane in alto a sinistra, mentre bicchieri in alto a destra seguendo questo ordine: bicchiere dell’acqua più centrale e, a seguire verso destra, calice per il vino bianco e poi quello per il vino rosso. Mi raccomando, tovagliolo sempre a sinistra o al massimo sopra al piatto da antipasto.

Per le decorazioni: lavora sui contrasti meglio evitare il total red o golden: se scegli una tovaglia rossa, utilizza un servizio bianco, mentre se utilizzi una tovaglia classica bianca puoi giocare con piatti con decorazioni rosse o dorate.
Importante, prevedere un segnaposto con nome. Puoi scegliere un semplice rametto di abete con fiocco e cartoncino scritto a mano oppure puoi optare per una pigna con una base in cui scrivere a pittura o con pennarello il nome e molto molto altro.
Non dimenticare un centrotavola natalizio: mai optare per una composizione troppo alta o grande che impedisca ai commensali di vedersi e parlare. Puoi scegliere una ghirlanda orrizzontale, delle candele, delle decorazioni con pigne e bacche rosse. Insomma libera la fantasia (senza esagerare) e stupisci tutti!

Goditi la festa.

Ultimo ma non per importanza.
Il pranzo o la cena di Natale è un momento per stare insieme ai tuoi cari, chiacchierare e divertirsi.
Non rischiare di ricordarlo per la fatica legata all’organizzazione.
Basta prendersi per tempo, collaborare e lasciare da parte il perfezionismo. Se c’è una briciola a terra, al secondo manca un po’ di sale o il tovagliolo non è in tinta con la tovaglia non succede nulla.
Pensa a divertiti e a goderti il momento
.
Naturalmente se giochi d’anticipo e segui le nostre dritte, avrai tutto sotto controllo ed eviterai di prenderti all’ultimo.

E soprattutto per la prima volta, puoi non pensare a ripulire dopo la festa.
Lavastoviglie da caricare, tavola e mobili da sistemare, pavimenti da lavare: sai bene di cosa parliamo.

Questo Natale ci pensano gli esperti Yougenio.
Prenota l’intervento di pulizia post evento e…goditi la festa.
Di ripulire questa volta se ne occupa qualcun’altro. Te lo meriti :)

Buon Natale da Yougenio!