Fa freddo, fuori piove, c'è la nebbia. No, non vogliamo metterti addosso la malinconia, descriviamo semplicemente la stagione invernale, che porta con sè basse temperature e alti livelli di umidità. Questo clima a volte influisce sul nostro umore, ma spesso può anche avere delle ripercussioni sulle pareti della tua casa. Abbiamo raccolto dai nostri specialisti Yougenio alcuni consigli e una lista di errori da evitare assolutamente per non lasciare che umidità e muffa l'abbiano vinta.. I fattori principali che durante l'autunno e l'inverno possono provocare l'insorgere di infiltrazioni di umidità o il proliferare di muffa sui muri sono:

  • una scarsa aerazione dei locali
  • un isolamento termico delle pareti non adeguato

  • un livello di umidità interna all'abitazione troppo elevato
Spesso alcuni fattori che trascuriamo possono rivelarsi decisivi per il moltiplicarsi di muffa e umidità, ma con alcuni piccoli accorgimenti possiamo prevenire e limitare i danni che provocano. Ecco nel dettaglio gli errori da evitare se abbiamo problemi di umidità in casa!
Umidità in casa

Errore numero 1: tenere sempre le finestre chiuse

D'inverno tendiamo a pensare che se apriamo le finestre la nostra casa venga inondata dall'umidità esterna. In realtà areare i locali è fondamentale perché consente a eventuali zone umide o soggette a muffe di asciugarsi un po'. Naturalmente l'areazione va fatta in modo accorto: non quando piove o di sera ma nelle ore meno fredde del giorno, e nei giorni più secchi.

Errore numero 2: non impermeabilizzare correttamente le pareti della casa

A volte la causa dei nostri problemi è più ovvia di quanto sembri. Semplicemente è possibile che se i problemi di umidità persistono lo strato di impermeabilizzazione dei muri della nostra abitazione non sia adeguato o abbia perso la sua efficacia. La soluzione definitiva potrebbe essere la realizzazione di un cappotto termico: se la tua casa ne è sprovvista, il nostro servizio di “realizzazione cappotti termici” è quello che fa al caso tuo. In caso contrario è necessario un lavoro di monitoraggio e un programma di interventi manutentivi regolari.

Impermeabilizzazione dei muri

Errore numero 3: trascurare l'impianto idraulico

Quanto tempo fa è stato posato il nostro impianto idraulico? Siamo sicuri che funzioni ancora perfettamente? Spesso ci pensiamo solo quando l'umidità nei muri ha già causato un danno evidente che ci costringe a chiamare l'idraulico. Ma il nostro impianto sa anche essere malvagio e goccia dopo goccia può arrivare a causare grossi problemi, soprattutto se la perdita avviene in zone nascoste della nostra casa. Controlli di portata e tenuta delle tubature dovrebbero essere manutenzioni ordinarie da effettuare con regolarità per evitare problemi di infiltrazioni d'acqua e di umidità.

Errore numero 4: rivestire una parete umida

A volte può capitare di farci sopraffare dalla minaccia dell'umidità e di prendere delle decisioni avventate, come quella di rivestire e coprire le macchie di umidità delle pareti delle nostre stanze con pitture isolanti o piastrelle. Niente di più sbagliato! L'umidità continuerà ad agire ancora più indisturbata, perché questi strati impediranno che si asciughi, peggiorando ancor più la situazione e rendendo necessario poi un servizio di ripristino muri decisamente più oneroso.

Rimuovere la muffa dalle pareti di casa

Errore numero 5: trascurare il problema della muffa

Oltre all'umidità, l'altro nemico delle pareti di casa nostra è senza dubbio la muffa. Questa può non solo rovinare intonaco e mobili ma, se trascurata o non trattata correttamente, può anche causare dei problemi di salute, quando inaliamo le sue spore.

Ti sarà capitato di vedere qualche puntino nero su un muro, magari dietro un armadio. Minimizzare il problema e rimandarne la soluzione potrebbe costare caro. Nel giro di qualche mese quei puntini potrebbero espandersi notevolmente e la muffa potrebbe intaccare anche il tuo armadio. Un consiglio: controlla periodicamente tutti i muri di casa, anche e soprattutto quelli parzialmente coperti dall'arredamento.

Errore numero 6: usare prodotti non specifici per rimuovere la muffa

Se è già troppo tardi e la muffa si è già manifestata, occorre trattarla con molta cura. La muffa non è del semplice “sporco”: è un fungo le cui spore, se inalate, possono causare allergie o, nei casi più gravi, infiammazioni polmonari. Bisogna quindi evitare di usare carta vetrata o raschietti per rimuoverla: oltre a non risolvere la questione si creano anche dei rischi per la salute. Allo stesso modo per il trattamento non si devono usare prodotti generici, come la candeggina: anche in questo caso il problema sarà solo apparentemente rimosso e la muffa ricomparirà. L'unico modo per sconfiggerla definitivamente è utilizzare dei trattamenti specifici.

Sia che tu abbia problemi di umidità e infiltrazioni d'acqua sia che tu abbia bisogno di risanare i muri da muffe noi esperti di Yougenio possiamo aiutarti con il servizio di “eliminazione umidità e infiltrazioni” che farà tornare le pareti della tua abitazione a respirare e offrirà a te un ambiente più salubre anche durante i periodi più freddi!