Ultimamente, come avrai certamente sentito, si parla molto dei voucher, cioè i buoni per il lavoro accessorio. Usciti di scena a marzo, ritornano alla ribalta sotto nuovo disegno di legge. Se ne parla perché il tema del lavoro sommerso è più che mai di scottante attualità. Noi di Yougenio abbiamo approfondito, per offrirti una panoramica e aiutarti a scegliere servizi affidabili e professionali per la tua azienda, il tuo studio professionale e ovviamente per la tua casa. Più che mai infatti il problema del lavoro occasionale riguarda da vicino anche le famiglie che spesso ricercano servizi di pulizia, assistenza domiciliare, baby sitting. E che si scontrano da una parte con un’offerta di lavoratori non professionisti, raramente all’altezza delle loro aspettative, dall’altra con una serie di gineprai burocratici. E allora, prima di tutto, facciamo un passo indietro.

Cosa sono i voucher?
I cosiddetti voucher sono stati introdotti dalla legge Biagi nel 2003 per far emergere il lavoro sommerso. Inizialmente erano dedicati a un ridotto numero di categorie cosiddette “svantaggiate” (disoccupati di lunga durata, studenti, pensionati, casalinghe) e di tipologie di collaborazioni (piccoli lavori domestici, assistenza domiciliare, baby sitting, lezioni private, pulizia di edifici). La legge Fornero nel 2012 ha poi ampliato l’impiego del voucher a un maggior numero di categorie di lavoratori. Dal 17 marzo scorso ne è stato vietato l'acquisito, anche se possono essere utilizzati quelli richiesti entro quella data.

Cosa è cambiato?
Dopo circa due mesi, la legge di conversione del decreto 50/2017, approvata definitivamente dal Senato il 15 giugno, contiene la nuova “disciplina delle prestazioni occasionali”, che rispetto al passato si è sdoppiata. Pur restando invariati sostanzialmente requisiti e limiti generali, le modalità di ricorso al lavoro occasionale differiscono se il committente sarà una persona fisica piuttosto che un'azienda o la pubblica amministrazione. La legge è stata approvata ma non è ancora in vigore, quindi tutto dipenderà dai tempi di implementazione del nuovo sistema telematico dell’Inps.

Cosa accade per i servizi alle famiglie e alle imprese?
Il libretto famiglia è sostanzialmente analogo al sistema precedente. Rientrano i lavori domestici, i servizi di giardinaggio, le manutenzioni, le lezioni private, l'assistenza domiciliare a bambini e anziani, ammalati o disabili. Quello che cambia sono compensi e costi: il lavoratore guadagnerà 33% in più, mentre la famiglia spenderà il 20% in più, con un cuneo contributivo ridotto al 20%. Per le aziende invece l’incremento per il lavoratore sarà del 20%, il committente spenderà il 23,7% in più e il cuneo contributivo salirà al 37,5%.
Questo il quadro attuale.

Altre soluzioni?
Sicuramente l’argomento voucher sarà ripreso nei prossimi giorni, e tutti ne sapremo di più. Nel frattempo, Yougenio fa la sua parte. Come sai, puoi risolvere immediatamente le tue esigenze di lavori domestici, assistenza agli anziani, baby sitter scegliendo sul nostro sito l’intervento che meglio incontra le tue necessità, usufruendo di un servizio completamente regolare.
Siamo in grado di offrirti specialisti delle pulizie, babysitter referenziate e manutentori assunti alle nostre dirette dipendenze, selezionati, formati e coperti da assicurazione. Noi ci facciamo carico della burocrazia e ci preoccupiamo delle tue faccende domestiche, tu devi solo prenotare sul sito o al telefono. E i vantaggi non finiscono qui.

Con Yougenio i costi sono calcolati a prestazione, non a orario, per garantirti maggior efficienza, qualità e fiducia. Puoi contare anche sulla nostra puntualità e tempestività, prenotando il servizio quando fa comodo a te: arriviamo all’ora stabilita, garantiamo preventivi veloci, pronto intervento 24/24 h, 7 giorni su 7, festivi compresi. Inoltre, per i servizi di pulizia puoi scegliere il Personal Yougenio consultando online il suo profilo oppure se cerchi qualcuno a cui affidare i tuoi cari, puoi fissare un colloquio personale con i nostri operatori. Insomma, nessuna improvvisazione, nessuna burocrazia, nessuna brutta sorpresa, solo tanta serenità.

Ecco, adesso gli elementi ci sono tutti.

Ora puoi pensare serenamente a chi affidare le faccende domestiche e l’assistenza familiare e secondo quali modalità.